MONTE DI PROCIDA – Allarme furti, il sindaco di Monte di Procida batte i pugni e si fa portavoce del malcontento della sua comunità durante il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. La riunione, convocata dal prefetto di Napoli, Carmela Pagano, ha visto la partecipazione di varie personalità, quali: il questore di Napoli, Antonio De Iesu, i vertici provinciali di Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza per la verifica della situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica. «L’incontro è un segnale importante di attenzione della Prefettura nei confronti dei comuni di Bacoli e Monte di Procida. Un confronto che avevamo più volte richiesto, che rafforza l’unità e la forza delle istituzioni rispetto all’emergenza furti e che ci ha permesso anche di riflettere e condividere in termini operativi azioni ed interventi finalizzati a potenziare e migliorare il presidio del territorio e la lotta ad ogni forma di illegalità», le parole del sindaco Giuseppe Pugliese.

Un tratto di via Panoramica

LE PROPOSTE – «Ho condiviso pertanto in una riunione formale ed autorevole alla presenza anche del vice prefetto De Luna in rappresentanza del vicino Comune di Bacoli la necessità di rafforzare azioni di tutela e prevenzione in un territorio esente da fenomeni criminosi eclatanti ma proprio per questo un luogo dove lo Stato non deve arretrare di un solo passo, condizione indispensabile per costruire barriere contro il crimine e quindi un futuro migliore per i nostri figli. Un messaggio fondamentale per assicurare non solo una diminuzione dei reati, ma anche una migliore percezione della sicurezza da parte dei cittadini», ha aggiunto il capo dell’esecutivo di Monte di Procida. In un clima di ascolto e confronto costruttivo il sindaco Pugliese ha anche esposto la pericolosità di due strade, via Panoramica e via Torregaveta, dove anche a causa dell’alta velocità dei veicoli si sono verificati diversi incidenti con esiti talvolta fatali, prospettando soluzioni per il controllo della velocità e per il presidio notturno delle strade durante i weekend. Pugliese ha ribadito inoltre che il Comune di Monte di Procida farà fino in fondo la sua parte attraverso l’impegno della polizia municipale, coadiuvando le altre forze dell’ordine nelle attività, ma senza invasioni di campo e per quanto nei limiti che la legge impone e nelle forme che i mezzi a disposizione ci consentiranno.