NAPOLI – I luoghi de “L’amica geniale”, il romanzo poi diventato fiction di Elena Ferrante, sono una meta ambita per tanti appassionati. A partire da ieri, nel cuore del Rione Luzzatti, periferia est di Napoli, c’è un’opera di street art sulla facciata della biblioteca comunale. Sul muro di una biblioteca che 70 anni fa nacque grazie al volere del professor Agostino Collina per offrire uno spazio di cultura ai tanti ragazzi del quartiere che non potevano andare a scuola, ci sono le “figure” di Lila e Lenù, le giovani protagoniste della fiction, vale a dire le attrici Ludovica Nasti, 12enne di Pozzuoli, ed Elisa Del Genio, che ieri hanno partecipato all’inaugurazione. L’opera è stata realizzata da Eduardo Castaldo, nonché fotografo di scena della fiction.