di Alessandro Napolitano

strade_gara
Le strade di Quarto sono un pericolo costante

QUARTO – “Se tutto va bene siamo rovinati”. Non è solo il titolo di una commedia italiana degli anni ’80. Ma è ciò che potrebbero presto urlare gli automobilisti di Quarto. Oggi costretti a percorrere strade ridotte a colabrodo, e che ancora devono fare i conti con il prossimo futuro.

“POVERA” GARA – Conti che invece il Comune conosce bene e che ha costretto l’ente di via De Nicola a spendere per la manutenzione delle strade una cifra quanto meno irrisoria. Saranno infatti appena 160mila gli euro a disposizione che andranno alla ditta che si aggiudicherà la gara d’appalto per la durata di due anni. Una schiarita, dunque, per la disastrosa condizione in cui si trovano le “lingue d’asfalto” di Quarto? Per nulla, anzi. Quando il prossimo 18 marzo si aprirà la gara, di conti bisognerà farne altri e avranno come “segno” quello della divisione. Considerata l’esigua cifra a disposizione, infatti, per ogni mese potranno essere spesi in media circa 6.500 euro. In pratica pochissimo.

SOMMA URGENZA – Per meglio capire quanto sia “misera” la cifra, basta considerare quanto è stato speso per “apparare” alcune delle buche negli ultimi due giorni: circa 10mila euro. Che sono serviti per ricoprire solo una piccolissima parte dei “fossi” che oramai fanno parte del panorama quartese a bassa quota. Con circa 6.500 euro al mese per due anni (cifra ovviamente media) si dovrebbero riportare decine di chilometri di strade alla normalità. Di euro ne servirebbero almeno dieci volte tanto, ma le casse comunali non lo permettono. Via dunque alla gara d’appalto e se tutto dovesse filare liscio per l’aggiudicazione, saremo rovinati.