cc_estorsione_famiglia
In manette 31enne

di Alessandro Napolitano

QUARTO – Non ha esitato a picchiare il fratello minorenne per farsi consegnare i soldi per la droga, venendo poi arrestato dai carabinieri. In manette è così finito un 31enne, che ora dovrà rispondere di tentata estorsione, lesioni e maltrattamenti in famiglia.

 

MESI DI VIOLENZE – Le indagini dei militari hanno permesso di ricostruire anche il recente passato dell’uomo. Non era infatti la prima volta che il 31enne andava in escandescenza nei confronti del suo consanguineo. Da tempo aveva comportamenti violenti in famiglia e sempre per lo stesso motivo: ottenere i soldi per acquistare stupefacenti.

 

TENTA LA FUGA – Durante l’ultimo episodio ha picchiato il fratello per farsi consegnare 20 euro ed anche le chiavi dell’auto dei genitori. Ma una segnalazione al 112 ha fatto correre sul posto una pattuglia dei carabinieri guidati dal tenente Leonardo Rosano. Il 31enne, alla vista dei militari, ha tentato la fuga, venendo comunque bloccato e tratto in arresto. Il fratello di 17 anni è dovuto ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso di Pozzuoli, dove gli sono state riscontrate ferite giudicate guaribili in due giorni. Per il 31enne  si sono invece aperte le porte del carcere di Poggioreale.