QUARTO – Sgominata un’associazione per delinquere dedita al contrabbando di sigarette provenienti dall’Est Europa. La Guardia di Finanza di Napoli ha eseguito 13 misure cautelari nei confronti di altrettanti indagati accusati a vario titolo dell’introduzione, vendita, trasporto, acquisto e detenzione sul territorio campano di tabacchi lavorati esteri. I finanzieri della Compagnia di Pozzuoli, agli ordini del capitano Francesco Giannotta, hanno scoperto l’esistenza di cinque strutture criminali operanti nei comuni di Quarto, Marano, Melito, Mugnano e nel Rione Sanità a Napoli. Sotto chiave cinque tonnellate di ‘bionde’.

I NOMI – Quattro persone sono finite agli arresti domiciliari: Giovanni Aletta di Quarto; Vincenzo Cotumaccio di Melito; Ciro Monaco di Napoli e Tobia Rusciano di Napoli. In nove sono stati sottoposti all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria: Maurizio Aletta di Quarto; Antonio Andolfi, residente nel quartiere di Scampia; Michele De Ponte di Mugnano; Michele Di Lanno di Napoli; Benito Divano di Napoli; Armando Fruttaldo di Quarto; Antonio Iacobucci di Formia; Salvatore Oliva di Marano; Lucia Rusciano di Mugnano.