QUARTO – Task force del Comune di Quarto contro gli evasori. Nelle prossime giornate si busserà alle porte dei debitori perché estinguano le proprie insolvenze. Parte il pugno di ferro per far fronte alla morosità causata dal mancato pagamento dei tributi. Una matassa che la squadra di governo sta cercando di sbrogliare mediante un’attività di controllo capillare. A fronte dei servizi erogati sono infatti tante le utenze private e commerciali a non aver mai pagato il dovuto per quanto consumato, gravando così sulle casse comunali. Nonostante le misure, il fenomeno dell’evasione tributaria prosegue e dai corridoi dell’ente municipale di via De Nicola non c’è alcuna intenzione di abbassare la guardia.

LA SQUADRA – In campo 9 dipendenti comunali, che hanno superato il corso di messi notificatori tributari e che entro fine anno dovranno notificare oltre 700 atti di messa in mora e recupero di crediti per tributi mai pagati per 650 mila euro. «Un’azione – commenta il sindaco Antonio Sabino – di giustizia sociale e di pieno rispetto delle norme in materia di lotta alla evasione e all’elusione tributaria, per tutelare le casse del Comune di Quarto».