Il leader dei Verdi Ecorottamatori Francesco Borrelli QUARTO – «Le dimissioni dell’assessore alla cultura di Quarto, Raffaella Iovine, getta un’altra ombra su un’Amministrazione comunale che, nel giro di pochi mesi, ha già accumulato una considerevole serie di scivoloni, giusto per non usare parole più forti». Lo hanno detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Vincenzo Peretti, componente del direttivo regionale del Sole che ride, per il quale «nel dimettersi Iovine descrive un clima non proprio trasparente nella gestione dell’attività amministrativa nel comune di Quarto, gettando ombre anche sul piano urbanistico comunale, un atto sul quale, viste le vicende dell’abuso edilizio della casa dove vive il sindaco, ci sarebbe dovuta essere la massima trasparenza».

RICHIESTA DI CHIAREZZA – «Ci auguriamo che il sindaco, Rosa Capuozzo, almeno in questo caso, voglia dare risposte concrete alle richieste di chiarezza e non si nasconda come è successo nelle altre vicende poco chiare, soprattutto in quella dell’abuso edilizio nella casa che abita e che sarebbe stato sanato con l’aiuto di un tecnico considerato vicino ai clan della zona – hanno aggiunto Borrelli e Peretti per i quali – la trasparenza e la legalità devono essere una priorità, soprattutto in una città come Quarto, dove c’è stato lo scioglimento del Consiglio comunale per condizionamento della camorra e, alle ultime comunali, per alcuni errori burocratici, gran parte dei partiti non sono riusciti a partecipare alle elezioni. A questo punto, crediamo che sia inevitabile un intervento del Prefetto per verificare come stanno le cose in quel Comune» ha concluso Borrelli.