street art 2POZZUOLI – Un Week End dedicato a “PerifericArt”, il progetto di DiversaMenteGiovani sostenuto da e-distribuzione, la società del gruppo Enel che gestisce le reti elettriche di Media e Bassa tensione, che ha visto la realizzazione di murales su cabine elettriche. Obiettivo, spiegano gli organizzatori, colorare la periferia per rilanciare il territorio. Con l’ultimazione, negli scorsi week end, delle opere di street art si è conclusa la fase realizzativa del Progetto.e l’arte e il colore hanno invaso Monterusciello, rompendo la monotonia del grigio delle strutture e dei palazzi.

LE CABINE – Sabato 26 e domenica 27 novembre ci sarà l’ultimo atto del progetto. A “Il Grottino”, presso le Rampe Raffaello Causa, due giorni in cui avranno spazio attività, esperienze e testimonianze provenienti dai “confini” delle città. Dalla Periferia al Centro, dal Centro alla Periferia, il progetto nato, concepito e realizzato nel quartiere di Monterusciello sarà presentato al centro città. Ad ogni artista coinvolto nel progetto è stato affidato il compito di dipingere un’opera collegata al nome del personaggio a cui è intitolata la strada in cui si trova l’impianto destinato a diventare “tela” per la street art. Le cabine individuate si trovano nelle vie Bovio, D’Annunzio, De Curtis, Pasolini e Severini. Per tutte le cabine, l’opera da realizzare è stata scelta attraverso un concorso tra artisti. E-distribuzione ha autorizzato il progetto, realizzato nel pieno rispetto della sicurezza e delle necessità delle infrastrutture elettriche.

ULTIMA FASE – “Siamo soddisfatti per il risultato raggiunto – dichiara Raffaele Postiglione dell’associazione DiversaMenteGiovani – sia per le opere realizzate, ma anche e soprattutto per la risposta dei tanti che hanno partecipato mostrando apprezzamento e sostegno. Ora con questo ultimo appuntamento vogliamo dare massima visibilità a quanto realizzato grazie agli artisti intervenuti e invitare le persone ad andare ad ammirare dal vivo le loro creazioni. Ringraziamo ancora una volta e-distribuzione per il sostegno e per aver consentito di realizzare un’idea che proponevamo da tempo”. “Questa iniziativa valorizza ulteriormente e in modo innovativo la presenza di e-distribuzione sul territorio – spiega Carlo Spigarolo, responsabile e-distribuzione Campania – Le cabine elettriche, importanti infrastrutture per la distribuzione di energia, sono diventati spazi artistici, integrandosi sempre di più con l’area e dando vita ad un singolare percorso culturale in cinque tappe”.