Il consigliere comunale Antonio Di Bonito - Bene Comune
Il consigliere comunale Antonio Di Bonito – Bene Comune

POZZUOLI – In merito all’istituzione del nuovo senso di marcia al parco Bognar di Pozzuoli, abbiamo ricevuta la lettera del consigliere comunale della lista civica “Pozzuoli Bene Comune” Antonio Di Bonito che riportiamo di seguito.

 

LA LETTERA – Caro Direttore, in riferimento all’articolo pubblicato sul vostro giornale relativamente all’istituzione dei nuovi sensi unici del parco Bognar, Le scrivo per chiarire le ragioni che hanno spinto l‘amministrazione ad adottare la nuova disposizione del traffico, in ingresso e in uscita, dal parco Bognar. Questo intervento è il primo di una serie di misure che l’amministrazione sta adottando per riqualificare la viabilità e gli spazi di sosta del viale, attraverso la sistemazione del campetto con gli spazi antistanti e la creazione di nuovi stalli (opera già finanziata).

E’ allo studio un’ ipotesi per la creazione di un nuovo parcheggio al di fuori del parco che eviterà, alle persone che si recano a Napoli con la metro, di posteggiare le proprie auto nel parco, a volte per un’ intera giornata. Tale nuova disposizione, da me sostenuta, è frutto di un attento studio che nasce da una più forte esigenza dei residenti del parco di rendere l’uscita da esso più agevole e fruibile. Tant’è che gli stessi residenti hanno sollecitato, circa un anno fa, l’amministrazione, la terza commissione consiliare e il sottoscritto con una petizione, supportata da una raccolta di firme, per una diversa concezione dei flussi di traffico che, in determinati orari, rendevano il parco Bognar una vera e propria trappola.

(La richiesta da me firmata, la petizione e la raccolta di firme, sono a disposizione presso l’ufficio di viabilità del Comune). Quanto fatto non è certo la risoluzione del problema traffico della zona di via Solfatara, ma va inquadrata solo e soltanto nella logica di rendere la circolazione all’interno del parco più fruibile e senza intoppi. Si è agito con la massima cautela nell’analizzare il nuovo dispositivo, con diverse simulazioni e varie varianti. Alla fine si è addivenuti, forti dell’esperienza dell’ufficio segnaletica diretto da Pasquale Gritto, ad impostare quell’attuale, che è stato oggetto anch’esso, nel tempo, di varie simulazioni.

Lunedì mattina, dalle 8,00 alle 9,00, alla verifica sul campo, non vi è stata alcuna difficoltà. E’ chiaro che in tutte le nuove disposizioni e cambiamenti, vi è sempre qualcosa da sacrificare; in questo caso, abbiamo sacrificato alcuni stalli di sosta. Si è agito solo e soltanto nell’interesse dei residenti, dei commercianti e di quanti hanno attività libera professionale all’interno del parco, ed in particolare nell’ottica di agevolare e migliorare le vie di fuga.

Tanto Le dovevo per chiarimenti

Antonio Di Bonito

Consigliere Comunale