di Gennaro Del Giudice

SOCCORSO BAGNANTI IN PERICOLO 3
I bagnanti soccorsi dalla capitaneria di Porto di Pozzuoli

POZZUOLI – Travolti a cento metri dalla riva da onde alte due metri. Una tragedia è stata sfiorata questa mattina sul tratto di spiaggia libera di Dazio-Bagnoli dove intorno alle 11.20 i militari della Guardia Costiera di Pozzuoli sono accorsi per salvare dalla furia delle onde due fratelli in difficoltà. L’sos presso la sala operativa del loro comando era giunta da parte di alcuni bagnanti che dalla spiaggia vedevano due persone in acqua in serie difficoltà, in balia del forte moto ondoso che non riuscivano a tornare sulla riva.

 

LE OPERAZIONI DI SOCCORSO – Immediatamente sul posto giungeva una motovedetta veloce CP 573 condotta dal maresciallo Ivano Acanfora che, constatando la presenza di due persone in serie difficoltà a circa 100 metri dalla scogliera ed in balia delle onde di circa 2 metri che creavano una risacca tale che i due non riuscivano in nessun modo a tornare a riva. I due, travolti dalle onde, non riuscivano più a stare a galla. Intanto dalla spiaggia centinaia di persone assistevano al recupero eccezionale dei militari della guardia costiera che, sfidando la forza del mare, raggiungevano i due malcapitati trasbordandoli in sicurezza dandogli le prime cure del caso, mentre la sala operativa di Circomare Pozzuoli aveva già predisposto l’invio in porto di una autoambulanza del 118. Dopo le operazioni di salvataggio il comandante Andrea Pellegrino ha telefonato ai familiari dei due malcapitati dando la buona notizia che i figli erano stati salvati dai suoi militari e che si trovavano presso l’ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli per gli accertamenti di rito.

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]