POZZUOLI – Ha minacciato più volte la madre della compagna, tentando anche di investirla con l’auto. Una furia che non si è fermata nemmeno davanti ai poliziotti nel frattempo arrivati sul posto, e che hanno rischiato loro stessi di essere travolti dall’auto.

FURIA CIECA – Al volante della quale c’era un 30enne, Procolo Pintore, ora rinchiuso in carcere. E’ accaduto in una traversa di via Monterusciello, dove le urla dell’uomo all’indirizzo della madre della sua compagna avevano attirato l’attenzione di molti. Quando la donna è scesa in strada, le minacce ed i pesanti insulti sono continuati. Una scena che è andata avanti persino davanti agli agenti del commissariato di piazza Italo Balbo, che nel frattempo cercavano di placare l’ira del 30enne.

INSEGUIMENTO A TUTTA VELOCITÀ – Quest’ultimo è invece salito nella sua auto nel tentativo di investire la donna, immediatamente protetta da uno dei poliziotti che le ha fatto da schermo. Pintore si è poi allontanato a tutta velocità per poi ritornare nuovamente. Nel frattempo gli agenti si erano nascosti, certi del ritorno dell’uomo. Così è andata, ma ha nuovamente tentato di scappare. Ne è nato un lungo inseguimento terminato nei 600 alloggi. Finalmente bloccato, durante la perquisizione è stata trovata una tanica di benzina ed uno sfollagente. Ora l’uomo è rinchiuso nel carcere di Poggioreale.