POZZUOLI – Telefoni caldi sulla linea Palermo-Pozzuoli dopo le roventi polemiche iniziate nei minuti successivi all’accensione delle luminarie natalizie. Dalla sede della ditta siciliana, che si aggiudicata l’appalto con un’offerta da 182mila euro, sono in arrivo nuove luci per porre rimedio allo scarno allestimento e mettere fine al dissenso che ha spinto i puteolani a contestare la scelta delle classiche luci natalizie, ritenute da più parti “vecchie, brutte e misere”. Da questa mattina infatti gli operai della “Pietro Ribaudo Luminarie” sono impegnati nel montaggio di nuove luminarie aggiuntive, in particolare nelle stradine adiacenti alla Piazza della Repubblica dove sono aumentate le sfere luminose e i filari: l’obiettivo è di creare un effetto planetario come richiesto dal bando di gara fatto dal comune di Pozzuoli nei primi giorni di ottobre e aggiudicato all’unica ditta che ha presentato un’offerta con ribasso del 9% circa.

Teresa Moccia Di Fraia

IL COMUNE SAPEVA? – Rispetto agli altri anni le condizioni imposte dall’Ente erano molto più restrittive: tra queste c’era il divieto di utilizzare i pali della pubblica illuminazione come supporto alle luci e di provvedere in maniera autonoma alla loro alimentazione. Ma la domanda che tutti si stanno facendo in queste ore è: il comune sapeva oppure hanno acquistato a scatola chiusa? Scorrendo il capitolato d’appalto si presume che la commissione esaminatrice abbia avuto contezza di quanto proposto visto che era richiesta anche la presentazione di fotografie.

Vincenzo Pafundi

ATTACCHI ALL’ASSESSORE – Intanto, ad accompagnare il tema delle luminarie, c’è da registrare il forte malumore da parte delle associazioni dei commercianti che hanno stigmatizzato il comportamento dell’assessore al Turismo Teresa Moccia Di Fraia rea di non aver mai avviato un dialogo con le associazioni dei commercianti tenuti fuori anche dalla realizzazione del calendario degli eventi natalizi. Lamentele a cui si sono associati anche alcuni rappresentanti della maggioranza di governo, tra cui il consigliere comunale Enzo Pafundi, componente del movimento “Idea Pozzuoli” rappresentato in Giunta proprio dalla Di Fraia.