Gennaro Pacileo PDL
Gennaro Pacileo, ex consigliere comunale del PDL

POZZUOLI – Duro attacco dell’ex consigliere comunale del PDL Gennaro Pacileo all’amministrazione presieduta dal Sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia. L’ex membro della maggioranza dell’allora sindaco Pasquale Giacobbe accusa l’attuale amministrazione di preoccuparsi delle vicissitudini del quartiere di Agnano-Pisciarelli sono durante i periodi di campagna elettorale.  «Da oggi i cittadini di Agnano Pisciarelli ritornano, dopo anni di assenza, ad essere considerati cittadini di Pozzuoli. – afferma Gennaro Pacileo – Si sà le campagne elettorali, dai lontani tempi della Napoli di Lauro, significano per i cittadini, accelerazione burocratica e dinamismo politico. Così dopo anni, circa tre, di assoluto immobilismo Agnano Pisciarelli ritrova la dignità negata dall’assenza del Sindaco e della sua amministrazione. Ci sono voluti mesi per rimediare al furto di documenti e timbri che balordi effettuarono nei locali della Circoscrizione. Mesi che hanno costretto i residenti a recarsi a Pozzuoli centro per ogni tipo di documento. Cosa non facile, visto che l’unico pullman comunale è stato soppresso circa un anno fa e al Comune nessuno sembra interessarsi della cosa. Inutile parlare della qualità delle strade e della rete fognaria, dove l’ultimo intervento fu quello dell’amministrazione guidata dal Sindaco Pasquale Giacobbe».

 

CITTADINI TRATTATI COME SUDDITI – Così Gennaro Pacileo, ex consigliere comunale, che precisa: «Da oggi però le cose sembrano cambiate. L’amministrazione comunale, in vista delle elezioni regionali, ha deciso di ritornare a spendere la propria credibilità nel quartiere, e, alla ricerca di voti, ha deciso di iniziare un percorso di confronto con i cittadini per risolvere le urgenti questioni. Lasciando stare l’ironia – ha concluso Pacileo – non si può continuare a trattare i cittadini come sudditi sciocchi, carpendo il bisogno e la buona fede della gente, e ad ogni scadenza elettorale ritornare sui territori a raccontare storie, per poi sparire completamente all’indomani del voto. Pozzuoli, e il quartiere dove sono nato e vivo, meritano una classe politica più dignitosa e sono certo che non basterà il fumo del Sindaco e dei suoi compari, per ingannare i miei concittadini».