POZZUOLI – Ha prima scippato un uomo per poi adocchiare subito dopo un’altra vittima e riservarle lo stesso trattamento, ma facendola finire in ospedale. L’epilogo in una sala slot nel rione Toiano, dove i carabinieri lo hanno rintracciato ed arrestato: stava giocandosi la refurtiva alle “macchinette”.

DUE AGGRESSIONI E POI LA FUGA – Nel carcere di Poggioreale è finito il 27enne di Monterusciello G.R., nome già noto alle forze dell’ordine. Secondo quanto hanno ricostruito i militari della stazione di Pozzuoli e del nucleo radiomobile, l’uomo aveva preso di mira un 35enne che si trovava in via Vecchia San Gennaro. In sella al suo scooter – un Honda Sh – lo ha avvicinato e strappato via il borsello contenente soldi ed altri effetti personali. Pochi metri dopo ha puntato una donna di 64 anni residente in provincia di Como, trascinandola a terra ed ingaggiando una colluttazione anche con il marito 73enne.

VITTIME IN OSPEDALE – La prima ha riportato la frattura dell’omero e la perdita di un dente: ne avrà almeno per un mese. Il marito, invece se l’è cavata con diverse escoriazioni. Le indagini hanno poi portato all’individuazione dello scippatore seriale che, come detto, stava giocando alle slot con in soldi delle vittime.