POZZUOLI – Fiamme che lambivano le case, una grossa e densa nube di fumo nero, la gente in strada, il fuggi-fuggi generale. Sono stati attimi di paura e panico quelli vissuti nel pomeriggio di domenica a Pozzuoli, nella frazione di Licola, dove un vasto incendio ha distrutto un capannone in via Cuma-Licola. Per domare le fiamme è stato necessario l’intervento di 3 autobotti dei vigili del fuoco e 2 mezzi della Protezione civile. Sulle cause dell’incendio non si esclude la natura dolosa. A bruciare sarebbe stato un trattore parcheggiato in un appezzamento di terreno privato, all’interno di una traversa lungo la strada che dalla Domitiana porta a Cuma.

ROGO DOLOSO? – In pochi minuti, complice anche il vento, le fiamme si sono propagate investendo una sorta di capannone all’interno del quale erano custoditi numerosi oggetti in legno, plastica e gomma. La struttura, di proprietà di una famiglia puteolana, è contigua ad alcune villette che sono state lambite dalle fiamme. Il rogo è divampato poco dopo le 17 e in pochi minuti è cresciuto d’intensità complice la presenza del materiale altemente infiammabile che si trovava nella struttura. La grossa nube di fumo ha invaso anche la vicina via Domitiana, dove gli automobilisti sono stati costretti a fermarsi lungo la carreggiata, mentre i residenti si riversavano in strada per il timore che le fiamme potessero raggiungere le loro abitazioni. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri dell’Aliquota radiomobile di Pozzuoli e i colleghi della stazione di Licola che in queste ore stanno conducendo le indagini per capire le cause che hanno innescato le fiamme e provocato l’ennesimo danno ambientale. La situazione è tornata alla normalità poco dopo le 19.