di Elena De Mari

Degrado e abbandono in via Malaparte

POZZUOLI – Degrado e abbandono. Queste le condizioni in cui versa il parco, o meglio quel che ne resta, in via Malaparte, nei pressi della Parrocchia Santa Maria degli Angeli, nel megaquartiere di Monterusciello. Basta osservare le foto per rendersi conto di com’è ridotto un potenziale luogo di aggregazione per bambini ed anziani. Un’area verde malmessa e derelitta con ammassi di rifiuti di ogni forma e dimensione e tombini assenti che rappresentano una vera e propria minaccia per l’incolumità dei cittadini.

LO SCEMPIO – Un’area totalmente degradata in cui regnano sovrane aiuole abbandonate, panchine malridotte ed erbacce cresciute ormai a dismisura che ostacolano il passaggio. E non solo. E’ possibile, inoltre, trovare all’interno del parco ogni tipo di rifiuto: sacchetti di spazzatura, ombrelli rotti, scarti di materiali edili, mobili vecchi e pneumatici. Ce n’ è  per tutti i gusti, grazie a chi, pare, aver scambiato l’area per un cestino gigante dei rifiuti. In un angolo del parco sono inoltre ammassati capi di abbigliamento che lasciano fortemente supporre che c’è chi di questo abbandono, abbia fatto la propria “casa”. Ma, il degrado e la sporcizia non sono le uniche questioni da risolvere. I tombini assenti, infatti, rappresentano una vera e propria minaccia per l’incolumità dei cittadini. Infatti, nonostante il totale stato di incuria in cui regna, l’area  si popola spesso di anziani in cerca di tranquillità e di coppiette in cerca di intimità, che attraversando il parco rischiano seriamente di cadere e farsi male.

LA REGOLA –  Il parco di via Malaparte non rappresenta, purtroppo, un’eccezione. In un territorio in cui sono presenti ben pochi punti di svago e di ritrovo, aree trascurate ed abbandonate sono la “regola”. L’incuria delle aree verdi rappresenta per l’intero quartiere una vera e propria piaga sociale. Su tutto il territorio, infatti, sono presenti numerosi spazi verdi trascurati o del tutto abbandonati. Occorre riqualificare l’intero territorio che rappresenta per la cittadina puteolana un vero e proprio polmone verde.

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]