POZZUOLI – Ogni mollusco ha un periodo dell’anno dove riesce a dare il meglio di se! La cozza Mollusco bivalve che come tutti sappiamo va mangiata nei (mesi senza R) dove si ha il massimo splendore e il trionfo del gusto. Il periodo migliore per mangiare le cozze va da maggio ad agosto, quando il mollusco risulta particolarmente saporito. Infatti, i mesi autunnali e invernali (proprio quelli con la “R”) coincidono con i periodi
riproduttivi, durante i quali questi molluschi risultano meno saporiti. E in questo periodo
che noi di Punto Nave vogliamo presentarvi: una conchiglia nera e la bella carne giallo-arancio: le cozze della baia di Mont-Saint-Michel sono uno dei fiori all’occhiello della gastronomia della regione. Introdotte nel 1954 sotto la spinta dei rappresentanti politici di Le Vivier-surMer, oggi rappresentano circa 270 km di linee di pali e circa 200mila pali. Queste cozze, con i marchi DOP e DOC, rappresentano da sole un quarto della produzione di cozze in Francia. La loro carne morbida, consistente e soffice si può apprezzare da luglio a febbraio.

NOTA DISTINTIVA – La Moules de bouchot de la Baie du MontSaint-Michel DOP si distingue nettamente dai mitili ottenuti dalla stessa specie e con lo stesso metodo di allevamento ma provenienti da altri bacini, soprattutto a causa del notevole tasso di riempimento delle valve, dell’elevato tenore di glucidi e della consistenza e colore della carne, caratteristiche che determinano il pregio e l’unicità del prodotto sul mercato.

Dai produttori Cozze di bouchot della baia di Mont Saint-Michel – È l’unica Denominazione d’origine protetta dei prodotti ittici ottenuta dal 2011. La produzione che si estende per 248 chilometri nella baia di Mont-Saint Michel è assicurata da una quarantina di miticoltori. Queste cozze sono riconoscibili dal logo AOP e dall’etichetta sanitaria.

METODO DI PRODUZIONE – I mitili vengono allevati su pali verticali, allineati e piantati nel suolo della zona intertidale. La posa del seme viene effettuata attraverso funi con i
giovani mitili entro il 31 ottobre di ogni anno e deve aspettare il tasso previsto per
la semina. I mitili sono allevati all’interno della zona di allevamento nell’ambito di concessioni di mitili. L’allevamento dei mitili richiede un periodo minimo di 11 mesi consecutivi, di cui otto mesi almeno su pali di legno (bouchots), senza superare un
periodo di allevamento di 24 mesi. Il periodo fissato per la raccolta va dal 15 giugno al 15
febbraio dell’anno successivo e dal 15 giugno al 31 luglio per i mitili allevati per un
periodo minimo di 18 mesi.

DOVE VENGONO PRODOTTE? – In Bretagna, le zone di produzione delle cozze di bouchot si trovano principalmente nella parte bretone della baia di Mont SaintMichel, nella baia di
Saint-Brieuc, nella rada di Brest e nell’estuario del Vilaine vicino a Pénestin.

*contenuto sponsorizzato