POZZUOLI – Dopo due anni dalla pubblicazione del volume “Vite che tremano” (Volturnia Edizioni), ritorna sugli scaffali delle librerie un nuovo libro nato dall’idea condivisa di due scrittrici amiche: Ida Di Ianni e Matilde Iaccarino. L’intero ricavato della raccolta passata è andato in beneficenza, per la ricostruzione della Biblioteca di Amatrice, che era stata rasa al suolo dal terremoto del 24 agosto del 2016. Il recente romanzo si intitola “Arsenale di Memorie” ed è formato da due parti, narrando storie legate all’universo dei ricordi di donne. La memoria rappresenta il veicolo d’interpretazione della vita trascorsa, esaminando le varie fasi uniche dell’esistenza.

IL RACCONTO – L’opera è divisa in forma duplice. La prima è stata composta dalla Di Ianni, e presenta storie inerenti alla sfera degli ambienti molisani, in cui i personaggi femminei cercano il proprio spazio ed emancipazione. L’infanzia, la giovinezza e la maturità di una donna evidenzieranno il carattere vano e mendace delle illusioni, e dei sogni che ci allontanano irreversibilmente dalla realtà. Quanto è importante nella storia italiana l’intera generazione di donne sudiste? La seconda sezione del libro è descritta dalla flegrea Iaccarino, ed è un diario immaginario in cui una madre ed una figlia parlano di idee, rimembranze e punti di vista. Lo sfondo temporale avvolge quarant’anni di epoca italiana, partendo dagli anni 70′ ad oggi. Il rapporto madre-figlia viene esaminato in tutta la tenerezza e crudezza, di una verità fatta di dolore ed emozioni forti.

L’APPUNTAMENTO – La prima presentazione puteolana del libro redatto a quattro mani si terrà venerdì 1 febbraio 2019 alle ore 17.30 presso la “Residenza Storica – Villa Avellino” (via C. Rosini, 21). Discuteranno insieme alle due autrici: Angela Schiavone, docente e scrittrice; Nicola Magliulo, professore e filosofo.