L'uomo è stato arrestato dalla Polizia
Padre e figlio sono stati arrestati dalla Polizia

NAPOLI – Hanno finto un malore dopo aver evaso gli arresti domiciliari, ma sono stati sbugiardati dai medici dell’ospedale e arrestati dalla Polizia. Gli agenti del Commissariato di Polizia “San Giovanni – Barra” hanno tratto in arresto ieri sera Antonio Solla, 65 anni, sottoposto alla misura alternativa della detenzione domiciliare, e il figlio Bruno Piccini, 25 anni, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, entrambi per il reato di evasione. Una pattuglia della polizia del locale Commissariato, nel transitare in viale delle Metamorfosi, ha notato Bruno Piccini che si intratteneva tranquillamente in strada a parlare con un amico. Dopo poco è giunto anche il padre, ed entrambi sono stati fermati dai poliziotti, ai quali hanno riferito che stavano per recarsi in ospedale, in quanto accusavano dei malori.

 

LA SCENEGGIATA – I due sono stati quindi accompagnati dagli agenti al Pronto Soccorso dell’Ospedale Loreto Mare, dove quei sanitari hanno stilato referti medici senza alcuna prognosi, confermando i sospetti dei poliziotti che si trattava in entrambi i casi di una scusa. Solla e Piccini sono stati quindi riaccompagnati presso le rispettive abitazioni, in attesa del giudizio direttissimo che si è svolto questa mattina, con la condanna di entrambi a 8 mesi di reclusione ed il ripristino degli arresti domiciliari.
Già all’inizio di settembre padre e figlio erano stati denunciati in stato di libertà per il medesimo reato, e il Solla aveva a suo carico un’altra denuncia nel luglio scorso.