PIANURA – Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato San Paolo, ieri pomeriggio hanno arrestato Vincenzo Castello, pregiudicato noto alle forze dell’ordine di 34 anni trovato in possesso di un revolver con matricola abrasa e completo di munizioni. Durante un normale servizio di controllo del territorio, teso alla prevenzione ed alla repressione dei reati in genere, gli agenti transitando con l’auto di sevizio con i colori d’istituto in via dell’Avvenire, verso le 14.50, notavano un gruppo di giovani tra i quali riconoscevano Castello. L’esperienza dei poliziotti ha concesso di notare nel giovane, un atteggiamento guardingo all’arrivo della volante che li ha indotti a procedere ad un controllo più approfondito.

L’ARMA – L’atteggiamento infastidito ed ansioso che ha manifestato il Castello durante l’avvicinamento degli agenti e nel corso del controllo, li ha convinti a procedere ad una perquisizione personale ex legis, nel corso della quale, occultata nelle parti intime dell’uomo, hanno rinvenuta una pistola tipo revolver, modello Lawman calibro 38, con matricola abrasa, rifornita di 6 cartucce. L’arma è stata subito presa in consegna dai poliziotti che hanno avvisato la sala operativa, chiedendo equipaggi di rinforzi atteso l’immediato avvicinarsi di molte persone, tra le quali i congiunti del giovane. Castello è stato così tratto in arresto per detenzione illegale di arma e munizioni. Subito dopo la doverosa informazione dell’arresto all’Autorità giudiziaria, è è stato associato presso la casa circondariale di Napoli Poggioreale. L’arma rinvenuta ed i proiettili, unitamente al cellulare del giovane sono stati sottoposti a sequestro e posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.