bandieracfCAMPI FLEGREI – Si conclude tra soddisfazione ed entusiasmo il concorso di idee per la realizzazione di un logo rappresentativo della “terra ardente”, indetto dal Comitato Bandiera dei Campi Flegrei. Un “simbolo” sotto il cui segno concretizzare speranze e sogni di tutela, sviluppo e valorizzazione dei nostri luoghi al di fuori dei confini locali. Questo lo scopo della gara che ha raccolto oltre sessanta candidature spontanee, alcune provenienti anche dall’estero.

logo 1I PARTECIPANTI – Voto on line, giuria tecnica e valutazione delle scuole hanno portato alla selezione della proposta, presentata sabato 18 giugno, nel corso della cerimonia pubblica svoltasi presso il Castello di Baia, sede del Museo Archeologico dei Campi Flegrei, alla presenza dei giurati, dei membri del comitato promotore, i Sindaci dell’area flegrea e delegati, studenti, nonché il Presidente dell’Ente Parco e rappresentati del Polo museale che ha ospitato la premiazione. Una sezione specifica è stata inoltre dedicata agli elaborati dei giovanissimi alunni delle scuole.

logo 3IL VINCITORE – Vincitore del concorso è Diego Serpico, giovanissimo designer, premiato con un’opera dell’artista Pasquale Bandiera. Il suo simbolo, da oggi, rappresenterà i Campi Flegrei. I Comuni di Pozzuoli, Monte di Procida, Bacoli, Quarto e Procida insieme con l’Ente Parco dei Campi Flegrei hanno sottoscritto l’impegno a divulgare il simbolo ponendolo accanto allo stemma municipale durante eventi, manifestazioni e patrocini. Tutte le proposte pervenute al Comitato, sono state pubblicate in forma anonima sul sito dedicato all’iniziativa, molte delle quali corredate da dettagli sulla strategia progettuale. Per esse il comitato promotore ha già lanciato l’idea di stampare pannelli divulgativi e un’apposita pubblicazione cartacea, per i quali si è alla ricerca di sponsor. Nelle targhe di riconoscimento consegnate ai sindaci, agli allievi e ai giurati, l’invito a continuare a lavorare sinergicamente per il territorio, con l’auspicio che il percorso di sviluppo sociale e turistico possa ricevere sempre nuovi impulsi. Tutte le foto della cerimonia sono disponibili sul sito www.bandieradeicampiflegrei.it