foto 1374MONTE DI PROCIDA- Porte sempre aperte al Laboratorio delle Arti di via Torrione: a partire da questa sera, domenica 27 dicembre, nove compagnie teatrali attive sul territorio daranno il via ad un ricchissimo carnet di eventi che vedrà i riflettori accesi sino al 30 gennaio. Tradizione per amor di tradizione: nel piccolo centro flegreo il Natale si vive all’insegna della Festa del Teatro, “Tutti in scena”, giunta alla sua ottava edizione. Un’iniziativa promossa dalla Pro Loco montese, con il Patrocinio Morale del Comune di Monte di Procida e la collaborazione delle associazioni teatrali locali.

locandina eventiUN PO’ DI STORIA – «Nell’autunno del 2009 è avvenuto qualcosa di insolito nel panorama culturale montese. Gruppi ed associazione diverse, “in competizione” (secondo la gretta riflessione di alcuni) decisero di unirsi per condividere la stessa passione, gli stessi obiettivi, lo stesso impegno. Da allora e per sei anni consecutivamente, in continuità con il tradizionale appuntamento, già pluriennale, il “Teatro Natalizio” ha preso vita – raccontano entusiasti i membri della Pro Loco di Monte di Procida – Tanti i frutti raccolti: il coinvolgimento di centinaia di ragazzi nello studio, nell’immaginazione, nella creazione e nell’allestimento della messinscena; il coinvolgimento di adulti ed anziani nei preparativi che ha consentito una collaborazione intergenerazionale (tanto rara e preziosa in questi tempi); l’offerta di sane serate di riflessione e divertimento in favore del paese, accolte con entusiasmo e partecipazione da decine di migliaia di spettatori; lo spunto ulteriore che ha spinto pronti amministratori all’individuazione e la realizzazione in breve tempo di uno spazio da dedicare al Teatro, che è diventato luogo preziosissimo e raro per Monte di Procida e l’intera area Flegrea, con collaborazioni e scambi regionali e nazionali; la possibilità di fare beneficenza con le offerte ricavate dagli spettacoli; la Vocazione Teatrale in diverse decine di giovani del paese, oggi impegnati professionalmente su territorio regionale e nazionale; la costituzione di una ideale “filiera della cultura teatrale” che abbraccia esperienze di tutte le età: dalla Scuola, ai Giovani, agli Anziani. Questa è una ricchezza grande – concludono gli associati – e l’abbiamo costruita assieme: piccoli e grandi, amatori e professionisti, ciascuno secondo il suo proprio ruolo in atteggiamento di servizio reciproco, facendoci guidare dalla passione e dall’impegno. Una ricchezza che va alimentata, preservata ed ulteriormente valorizzata».

IL CALENDARO- Il 27 e il 28 dicembre Arché presenta “Aggiungi un Pollo a Tavola”; il 29 e il 30 dicembre doppio appuntamento con i Facci Caso in “Che si fa per la Pensione”. Dà il benvenuto all’anno nuovo l’associazione Ar.Tù con “La cucina di nonna Campanella”., sul palco il 1 gennaio. Dal 3 al 5 gennaio saranno in scena i teatranti del Rione San Giuseppe con “Il Monaco”. Il 10 gennaio “Na cosa seria” presenta “Sala inattesa”; il 17 “Niente per caso” dà appuntamento con “Vado per Vedove”. Il 23 spazio a “Talenti senza tetto” con “Anche gli occhi hanno un’Anima”. Il 24 sarà la volta di “TeatrOnorato” con “Riunione di Condominio”. Chiuderà la kermesse, il 30 gennaio, la “Festa del Teatro”. Ingresso gratuito ed appuntamento fisso alle 20,30.