L’autore puteolano Procolo Ascolese

POZZUOLI – L’avvocato Procolo Ascolese è risultato tra i finalisti del “IV premio internazionale Salvatore Quasimodo”, nella sezione “Libro di narrativa edito”, con il suo romanzo “Ritorno alla verità”, edito da Graus Editore. La cerimonia di premiazione dei finalisti (che riceveranno una pergamena) si svolgerà domenica 19 agosto, presso l’Auditorium di Rocca Imperiale Marina alle ore 15. Sarà presente il Presidente di Giuria, Alessandro Quasimodo (figlio del premio nobel siciliano) e l’ideatore del Premio, l’editore Giuseppe Aletti con tutto lo staff della casa editrice. Come previsto dal bando di concorso, la Aletti realizzerà un volume antologico con i testi più rappresentativi di questa quarta edizione del Premio Internazionale Salvatore Quasimodo. Il libro, prenderà il nome del premio e rimarrà negli annali del concorso. La raccolta sarà impreziosita dalla firma del Presidente di Giuria Alessandro Quasimodo, che ne curerà la prefazione.

IL ROMANZO – Il romanzo narra le vicende simultanee di tre personaggi distinti, a ciascuno dei quali è dedicato un capitolo. Domenico Granelli è un militare accusato di essere coinvolto in un caso di corruzione perché avrebbe favorito l’introduzione di sostanze stupefacenti in territorio italiano. Sospeso dal suo incarico e in attesa del processo, tenta di rimettere in sesto la propria vita cominciando a lavorare allo sportello scommesse di un ippodromo. Il tenente colonnello Karl Gradex, a dispetto della sua alta carica, vive un periodo di frustrazione per la sua scarsa agiatezza economica, rinfacciatagli dalla moglie. L’incontro con un trafficante di droga gli apre le porte per guadagni sostanziosi e facili, in cambio della sua protezione nei controlli di frontiera. Ma i rapporti con il trafficante cominciano a degenerare. Sem Deutscher è un docente di storia che ha scritto un libro sul nazismo che vuole pubblicare a tutti costi. Questa sua idea fissa lo spinge a prendere accordi con una casa editrice tedesca. Le vicende dei tre personaggi si intrecciano nel quarto capitolo, in un processo che riserva clamorosi colpi di scena.

L’AUTORE – L’autore Procolo Ascolese è nato a Napoli il 25 luglio 1972. Avvocato cassazionista e magistrato onorario con funzioni giudicanti penali, nel 2010 ha vinto, con Il complice, il concorso letterario “Autore di te stesso – Premio Nazionale Campi Flegrei”. Nel 2013 l’opera ha ottenuto un ulteriore riconoscimento, classificandosi terza al concorso “Gran Giallo a Castel-Brando”, in provincia di Treviso. Procolo Ascolese è, inoltre, autore di pubblicazioni di carattere scientifico nell’ambito della “Rivista di Polizia” a cura di Giovanni Pioletti, e della collana “Diritto – Prospettive” diretta da Paolo Cendon. In qualità di legale sensibile al tema della violenza contro le donne, è stato ospite delle trasmissioni Rai I Fatti Vostri (2011), Amore Criminale e Italia in Diretta (2014).