POZZUOLI – «A questa età devono solo divertirsi e studiare. Per diventare campioni ci vuole tempo, pazienza e passione. Io quando ero piccolo come loro pensavo solo a divertirmi all’Oratorio». A parlare non è un calciatore qualsiasi, ma una leggenda del calcio. E’ Franco Baresi, bandiera, capitano del Milan e campione del Mondo con la nazionale italiana. Lo storico “numero 6” questo pomeriggio è stato a Pozzuoli in visita alla scuola calcio Gescal, affiliata alla società sportiva calcio Milan. Baresi era nelle vesti di ambasciatore del club rossonero «Sono tanti anni che il Milan investe a Pozzuoli e nei Campi Flegrei – ha detto Baresi – abbiamo un ottimo rapporto con il territorio e questa è un’ottima scuola. Ma a questa età i ragazzi devono pensare solo al divertimento. Quando si è così piccoli non esistono campioni, al massimo qualcuno che può avere movenze e una certa predisposizione rispetto agli altri. Ma è presto».

LA SCUOLA – La scuola calcio Gescal, che ha un campo di allenamento “Sotto al Monte”, conta 120-130 ragazzi tra i 5 e i 12 anni iscritti al nuovo anno, il quarto da affiliata al Milan. «La nostra priorità è formarli, non fare scouting. Qualche elemento buono è stato dato a grandi società quando ci è stato chiesto, ma il nostro obiettivo per ora è consentire ai ragazzi una crescita e una formazione calcistica» ha concluso il presidente Davide Perillo.

LE FOTO