Ciaramella abbraccia i suoi dopo la vittoria a San Giorgio

POZZUOLI – Ogni partita ha una storia a sé, ritmi e trame di gioco diverse, schemi diversi, emozioni diverse come diversi sono gli uomini che le giocano. Difficile spiegarlo a chi non mastica calcio; impossibile renderlo credibile a chi non percepisce la passione che si cela dietro un semplice rettangolo erboso. Ogni partita ha una storia a sé si diceva, certo, ma questa ha un sapore particolare: quello del derby. Si, perché questa domenica allo stadio “Conte” di Pozzuoli la Puteolana 1902 e la Sibilla saranno pronte a dare spettacolo affrontandosi nel “derby flegreo”. Tra le due squadre viaggia una differenza in campionato di ben tredici punti; i diavoli rossi sembrerebbero favoriti assoluti della partita, ma sappiamo bene però quanto bugiarde possano rivelarsi queste annotazioni statistiche. Le due squadre dovranno confermare il momento positivo che vivono in campionato. Con quella di San Giorgio, la Puteolana 1902 ha totalizzato sei vittorie consecutive che l’hanno condotta a ben 28 punti in classifica a soli due dalla vetta. La Sibilla Flegrea, invece, è ferma a 15 punti ma in netta ripresa dopo le vittorie con San Giorgio e Nuova Napoli.

“NON UNA PARTITA QUALUNQUE” – Dunque non è semplice spiegare un derby per questo motivo abbiamo deciso che a farlo fosse un “direttore d’orchestra”, colui che ha reso quello della Puteolana, il miglior gioco espresso in Eccellenza fino a questo momento, Mister Andrea Ciaramella: «Non sarà una partita qualunque, la squadra lo percepisce, la città lo sente. -ci racconta- Nei derby la classifica è irrilevante, sono partite che hanno un valore proprio che in un certo senso si estranea da quello del campionato. Dobbiamo avere grande rispetto della Flegrea che sta attraversando un momento importante. Ma per noi è un match importante che stiamo preparando con molta cura per farci trovare pronti all’appuntamento che tutti i tifosi aspettano e che dobbiamo assolutamente onorare.»

LA MARCIA – La Puteolana affronterà due turni casalinghi non proibitivi, nei quali dovrà assolutamente provare a fare bottino pieno in vista dell’apertura del mercato calcistico fissata per il 1 dicembre. Ciaramella lo sa bene e lo ripete come se fosse memoria da trasmettere alla squadra. «Abbiamo due turni casalinghi dove potremmo ottenere il massimo per poi tentare a Dicembre di migliorare questa squadra, completarla. -aggiunge Ciaramella– Abbiamo bisogno ancora di qualche elemento per prepararci bene anche ad affrontare la Coppa Italia: è un altro splendido cammino che non dobbiamo assolutamente sottovalutare. Domenica chiedo ai tifosi di esserci, di riempire lo stadio, di starci vicino in questa fase molto importante del campionato perché proveremo a regalare loro soddisfazioni e perché no qualcosa di importante visto che fino adesso i risultati ci stanno dando ragione». Parole importanti del mister che lasciano spazio ai sogni della tifoseria anzi li accolgono e li sostengono a pieno.

VERSO IL MERCATO – Domani sera ci sarà l’incontro per fare il punto di mercato, ma è impossibile strappare un nome all’allenatore che ritiene indispensabile “muoversi cautamente” in una fase in cui “troppe sono le squadre vigili sul mercato affacciate alla finestra; attirare l’attenzione e interesse su un calciatore potrebbe equivalere a perderlo. Ma sappiamo bene quello che serve; di certo l’intento è di migliorare questa squadra senza perdere pedine importanti per il prosieguo della stagione”. Non resta che attendere il fischio di inizio e possibilmente godersi lo spettacolo che questo sport sa offrire, specialmente in circostanze come questa. Buon calcio a tutti!