POZZUOLI – Sono 11 i casi registrati nell’ultima settimana (con 885 tamponi), contro i 6 (e 768 tamponi) della precedente, pertanto il tasso di positività sale leggermente, portandosi dallo 0,8% all’1,2%. Anche l’incidenza settimanale subisce un incremento; i contagi per 100.000 abitanti passano da 7,5 a 13,7.
Ufficialmente non ci sono nuove vittime quindi il totale dei decessi resta fermo a 83. Le “guarigioni” sono 28 per cui gli “attualmente positivi” scendono a 203, di cui solo 4 risultano ospedalizzati (dato in attesa di verifica).

I NUMERI – Da inizio pandemia, il numero dei casi Covid19 in città sono 5.578, circa il 7% della popolazione residente. Gli “attualmente positivi”, in continua diminuzione, sono 203, la quasi totalità dei quali è in isolamento domiciliare fiduciario con pochi o nessun sintomo. Sono solo 4 i cittadini ospedalizzati. Le vittime totali sono 83 di cui ben 70 durante la “seconda e terza ondata”. Il numero totale dei dimessi/guariti ha raggiunto quota 5.292.

LA TENDENZA – Nei primi 26 giorni di giugno sono stati rilevati solo 44 casi, a maggio 325, ad aprile 656. Negli ultimi 7 giorni i nuovi positivi sono 11 mentre nelle 4 settimane precedenti ne sono stati registrati rispettivamente: 6, 7, 24 e 32. Il tasso di positività cresce leggermente passando dallo 0,8% all’1,2%. Una piccola inversione di tendenza rispetto a quanto ultimamente osservato. La terza ondata è alle spalle ma istituzioni e scienziati invitano a non abbassare troppo la guardia e a rispettare le regole, vista l’elevata contagiosità delle varianti in circolazione, in particolare quella “indiana” (delta) che si sta diffondendo anche in Italia.