POZZUOLI – Un anno fa la città di Pozzuoli registrava il suo primo caso di Covid-19. Il primo cittadino risultato positivo al tampone è stato un giovane imprenditore di 30 anni residente in un’area ai confini tra Licola e Monterusciello. Era il 29 febbraio quando l’incubo si affacciò per la prima volta sul nostro territorio. Il ‘paziente 1’ di Pozzuoli ebbe contatti con una persona, residente in un’altra città, di ritorno da una fiera a Rimini, e fu sottoposto al test in seguito ad un lieve malore. Le sue condizioni sono sempre state stabili. Il giovane rimase in isolamento domiciliare fino alla guarigione. Da lì a qualche giorno l’intero Paese avrebbe fatto i conti con il lockdown nazionale, l’assalto ai supermercati e la ricerca folle di mascherine e disinfettanti per le mani.

I NUMERI  – A un anno dal primo caso di Covid-19 in città, sono 3825 i cittadini di Pozzuoli risultati positivi. Cinquanta i decessi. Attualmente i casi di coronavirus sul territorio sono 401, di cui 397 in isolamento domiciliare e 4 persone ospedalizzate. Ieri altri 33 nuovi casi e 15 guarigioni. In Campania, nelle ultime 24 ore, si contano 2561 nuovi casi di Covid. Ben 24.368 i tamponi processati. Il tasso di incidenza sale ancora e passa al 10,5% contro il 9,74% di sabato. L’Unità di Crisi nel suo bollettino giornaliero segnala pure 5 vittime e 524 guariti.