AmorosettiPOZZUOLI – La Puteolana 1902 è tornata e alla guida tecnica, come più volte anticipato, sarà Ciro Amorosetti. Antonio Cristiano ha deciso di affidarsi alle mani sicure di un allenatore preparato e di alto spessore che ben conosce la categoria e che può essere un importante punto di partenza per i granata.

PAROLA AL MISTER – Il mister è carico all’indomani del suo primo impegno ufficiale in granata, il primo raduno per la selezione degli under tenutosi al Conte venerdì scorso: «Finalmente iniziamo, l’aria che si respira è quella giusta il presidente è ambizioso, ma chiariamo subito che a Pozzuoli non è arrivato nessuno sceicco. Quello del presidente è un progetto che vuole essere solido e durare nel tempo il nostro compito ora è quindi quello di gettare le basi. Non vogliamo fare assolutamente un campionato anonimo sappiamo che c’è qualche compagine ben costruita ma noi proveremo a giocarcela. Nei prossimi giorni inizieremo a guardare al mercato per allestire la rosa, il ritorno dei puteolani che sono in giro per la Campania e l’Italia? Certo ma ciò che importa davvero ora è che chi vuole venire alla Puteolana deve sposare un progetto che va ben oltre questa singola stagione, in questa squadra non dovranno esserci personalismi. Chiaro che il raduno di venerdì è stato un piccolo assaggio e dovremmo continuare per giudicare bene tutti i calciatori ma qualcosa di interessante lo si è già visto. Inizieremo la preparazione ad inizio agosto escludo di farla al Conte perché importante preservare il terreno il di gioco anche durante l’anno ci alleneremo altrove e magari faremo solo la rifinitura allo stadio. Per concludere quello che chiedo all’ambiante è di giudicarci quando avremo iniziato a lavorare, crediamo in questo progetto qui a Pozzuoli in una piazza storica e gloriosa, correre non serve a nessuno».