di Angelo Greco

Il presidente Ruta tra i suoi ragazzi
Il presidente Ruta tra i suoi ragazzi

POZZUOLI – «E’ stata un’ emozione indescrivibile vedere l’affetto di tanta gente e ciò non può che far piacere. La nostra è una società che ha creato con i sacrifici i successi e le vittorie ottenute in tutti questi anni di attività. Quando iniziai c’era solo un’area che, poi, nel corso degli anni abbiamo abbellito e abbiamo reso un centro sportivo accogliente e dove i ragazzi con i loro genitori possono passare il tempo in serenità. La nostra è prima di tutto una grande famiglia dove ogni componente fa il proprio dovere con professionalità senza invadere il campo di chi ha vicino. Il nostro obiettivo fin dall’inizio è stato quello di dare lustro al quartiere di Monteruscello ma soprattutto di dare uno sbocco a chi vuole fare dello sport sano. Da noi ci si viene prima di tutto a divertire e, poi, chi ha talento diventa un campione e può far carriera nel mondo del calcio professionistico». È un Rodolfo Ruta visibilmente emozionato quello che è salito per ultimo sul palco montato al centro del campo Sant’Artema per i feseggiamenti dei 25 anni di attività del Monteruscello Calcio.

 

ANNI DI CRESCITA – Anni durante i quali non solo l’impianto sportivo si è trasformato da un polveroso campo di periferia in una struttura moderna e polifunzionale. Sono ben 52 i calciatori partiti dal Monterusicello Calcio che nel corso di questi anni hanno solcato i campi professionistici, i più famosi: Gennaro Sardo e Fabio Quagliarella, fino all’ultimo il nazionale under 17 Talamo che dopo un’eccellente annata in D con il Sora è passato al Latina in serie B. Non è mancata la presenza della vicina parrocchia con Don Elio Santaniello che ha benedetto tutti i presenti. Durante la manifestazione sono stati premiato anche doversi personaggi simbolo della storia dei “verdi” di Pozzuoli, personaggi spesso dietro le quinte che hanno però contribuito a fare grande la scuola calcio.Nota di colore: Pino Ruffo ed il Kilves hanno allietato il pomeriggio di festa cpn canti popolari provenienti da tutto il mondo e presentato l’inno del Monteruscello Calcio, scritto proprio da loro.

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]