CASARANO (LE). Dura appena 12’ il vantaggio flegreo, poi la Puteolana va in bambola e consente al Casarano di replicare e riprendersi il match. Allo stadio “G. Capozza” in campo la diciassettesima giornata del campionato di Serie D girone H; il Casarano ospita la Puteolana 1902. Pugliesi in un buon momento dopo la vittoria esterna a Brindisi per 3-1, 29 punti e due partite da recuperare. La Puteolana in cerca di conferme dopo la convincente prova di Bitonto che ha dato ai granata maggiore convinzione nei propri mezzi in chiave campionato per una possibile scalata della classifica.

IL MATCH. Prime fasi della gara concitate con il Casarano subito incisivo e pericoloso con Favetta che imbeccato in area calcia alto. Al 15’ è Santoro ad impensierire Romano con un tiro ad incrociare ma nulla da fare per l’attaccante puglieese. Buone le trame offensive rossoblù ma la Puteolana regge bene la manovra dei padroni di casa e sale in cattedra alla mezz’ora. Cross di Palumbo e Celiento insacca alle spalle di Guido per il gol del vantaggio. Il Casarano accusa il colpo e i granata provano a sciogliersi e a distendersi. Al minuto 42’ la Puteolana ha l’occasione per raddoppiare: Palumbo lanciato in profondità si trova a tu per tu con l’estremo di fensore Guido il 9 ma il suo destro si infrange sulle mani del portiere che devia in angolo. Gli uomini di Ciaramella sembrano assolutamente in grado di poter gestire il vantaggio incassando bene la replica pugliese e ripartendo veloci per provare a pungere. Evidente l’autolesionismo granata con i flegrei che a fine primo tempo praticamente si addormentano consentendo a Feola, su una buona intuizione di Bruno, di colpire praticamente solo in area e insaccare di piatto alle spalle di Romano il gol del pari. Pochi minuti dopo è Tascone a mettere in rete il gol del vantaggio a chiusura dei primi 45 minuti.

RIPRESA rabbiosa da parte della Puteolana. Diavoli rossi che entrano in campo con il tentativo di riprendere in mano le redini del match e riacciuffare il pareggio. Ci prova Celiento che approfitta di una disattenzione di Bruno: nulla da fare per l’attaccante puteolano. La partita però sembra procedere senza particolari colpi di scena: si gioca per lo più a centrocampo. Tra le due squadre ci sono 17 punti di differenza ma il calcio giocato non sembra evidenziarli in maniera così decisa. Al 66’ è ancora la Puteolana ad auto infliggersi la rete del 3-1: Corner per il Cesarano, Figliomeni colpisce di testa sul secondo palo e Della Monica insacca il pallone in rete nella propria porta. La rete chiude definitivamente la partita spezzando l’animo granata. Puteolana che ha dimostrato di poter fronteggiare ad armi pari un avversario come il Casarano, con ambizioni di vertice, arrendendosi però ai propri errori ed a disattenzioni che si sono rivelate fatali.

IL TABELLINO

CASARANO-PUTEOLANA 3-1: 35’ pt aut. Longhi (P), 45’+2’ pt Feola, 45’+4’ pt Figliomeni (C), 21’ aut. Della Monica (C).

CASARANO (4-3-1-2): Guido; Pagliai, Figliomeni, Longhi, Quacquarelli; Giacomarro (38’ st Mattera), Bruno, Feola (45’+2’ st Argento), Tascone (29’ Atteo); Santoro (44’ Mincica), Favetta (13’ st Rodriguez). A disp.: Pitaressi, Galfano, Sansone, D’Andria. All.: Suppa.

PUTEOLANA (4-3-3): Romano; Delle Curti (10’ st Caiazzo), Riccio, Della Monica, Festa (27’ De Marco); Fibiano, Catinali (11’ st Ruggiero), Lauria (21’ st Scalzone); Celiento, Palumbo, Armeno (21’ pt Tommasini). A disp.: De Lucia, Sardo, Fontanarosa, Romeno. All.: Ciaramella.

ARBITRO: Stefano Pelletti della sezione di Crema

Ammoniti: Bruno (C), Tascone (C), Atteo (C), Quacquarelli (C),

Espulsi:

Angoli: 8-3.   Rec.: 5’ pt, 2’ st.