SERPICOPOZZUOLI – Lo spiraglio che faceva vedere la reale possibilità di giocare il prossimo anno in serie B sembra chiudersi improvvisamente. Nel gioco dei ripescaggi infatti rientra prepotentemente Imola che scavalca i flegrei. I romagnoli in un primo momento si erano dichiarati non interessati al ripescaggio. A scoraggiare la Virtus Spes Imola c’era il pericolo di finire in un girone del sud, con dei costi di trasferte decisamente proibitivi. Oggi invece davanti alla possibilità di giocare nel girone abruzzese/pugliese gli imolesi stanno seriamente pensando di accettare il ripescaggio in serie B, scelta che escluderebbe quindi i puteolani. Tutto comunque dovrebbe essere più chiaro nelle prossime ore non appena verrà presentato “l’invito” ad Imola di iscriversi in B.

CASA VIRTUS – Dal canto suo Pozzuoli è ferma sul mercato, in attesa di conoscere il futuro e il budget per la prossima stagione. Se serie C dovrà essere, Pozzuoli dovrà firmare due stranieri se davvero vorrà essere competitiva per il vertice. E restano da capire le reali intenzioni della società. Addio sicuro a Lewis che resterà negli States, da capire cosa vorrà fare Pozzuoli in regia, se affidarsi ancora a capitan Aprea con la possibilità di rivedere il montenegrino Radomir Pekic che bene ha fatto lo scorso anno o, se come pare, prendere un play straniero con punti nelle mani. In questo caso verrà promosso in quintetto Orefice come guardia titolare. In entrambe le ipotesi come ala piccola ci sarà Orsini, giunto alla sua quarta stagione in gialloblu, che gli porterà ad indossare i galloni da capitano. L’ala forte sarà uno straniero (che sarebbe già stato individuato) che farà compagnia a Loncarevic sotto le plance. In panchina assieme all’esperto Errico ci dovrebbero essere giovani di belle speranze come ad esempio i due serbi che sembrano pronti per dare il loro contributo. In questo scenario la scelta dei due stranieri è fondamentale: dovranno essere due giocatori in grado di fare la differenza e prendersi la squadra sulle spalle nei momenti chiavi della gara.

ROGNE SULLE CONFERME? – Il clima di incertezza che gira attorno alla Virtus potrebbe influire sulle riconferme. I vari Orefice, Orsini, Errico e Loncarevic sono giocatori legatissimi ai colori puteolani ma che potrebbero essere “ammaliati” da sirene non tanto lontane, specialmente nella consapevolezza di essere alla fine di un ciclo di un gruppo che in 3 anni ha dato tutto. Il più richiesto sembra essere David Loncarevic, l’italo-croato infatti fa gola a molte società che vorrebbero i centimetri del ragazzo di Airola sotto le plance. Sarà compito della società dare stimoli giusti a dei ragazzi che hanno dimostrato di saper dare tanto in termini di tecnica e cuore.