ztl miseno 2BACOLI – Zona a traffico limitato di giorno, “terra di nessuno” di notte. E’ quanto accade a Miseno durante le ore notturne dopo l’entrata in vigore dell’ordinanza anti-traffico disposta dall’ex sindaco Della Ragione. Nello specifico, si tratta di una parziale chiusura al traffico veicolare nel tratto di strada che va dalla Piazza delle Capitanerie di Porto (altezza Chalet) fino a Via Dragonara, Via Faro e Via Sacello degli Augustali nei giorni di venerdì, sabato e domenica, dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 23 alle ore 3 del giorno dopo.

ztl misenoL’ORDINANZA – In detti giorni e in detti orari è consentito l’accesso solo ai soggetti residenti in una delle vie della frazione di Miseno interessate dal dispositivo, ai locatari di seconde case ubicate nelle predette aree; ai possessori, a qualsiasi titolo, di un posto privato per il ricovero dei veicoli al solo fine di raggiungere l’area privata di sosta; ai proprietari di natanti regolarmente ormeggiati a Marina Piccola; gli impiegati alle dipendenze delle strutture ricettive dell’area; agli ospiti delle strutture ricettive alberghiere ivi ubicate.

ztl miseno notte 1TERRA DI NESSUNO – Un provvedimento, quello adottato dall’ex Primo Cittadino pochi giorni prima dello scioglimento anticipato del Consiglio Comunale, che fa acqua da tutte le parti, almeno per quanto concerne le disposizioni serali. Questo perché, mentre durante le ore diurne gli agenti di Polizia Municipale sono in servizio, impegnati in attività di sorveglianza per ciò che concerne il transito veicolare, alla sera, invece, non essendo i “caschi bianchi in strada”, pare sia in vigore un’ordinanza “fantasma”, che vede l’istituzione della zona a traffico limitato soltanto su carta. Uno “status quo” ben noto a Josi Della Ragione e alla sua ex Giunta, considerato il sotto-organico cronico con cui deve fare i conti quotidianamente la squadra di Polizia Municipale, costretta a lavorare in condizioni a dir poco precarie su più fronti, specie durante la stagione estiva.

ztl miseno notte 2IL SOTTO-ORGANICO CRONICO – Da sempre gli Agenti sollecitano un rafforzamento dell’organico al fine di fronteggiare le situazioni di emergenza, ma l’Ente di via Lungolago ha stabilito che entro la fine del 2016 non vi sarà alcun incremento del personale: ragion per cui, continueranno ad essere soltanto 28 i lavoratori impegnati sul territorio, a fronte di 48. Di questi, come più volte ribadito, 7 sono part-time al 30% e due esclusivamente ausiliari del traffico. I lavoratori sottolineano come le mansioni di cui debbono farsi carico non si limitano alla gestione del traffico veicolare. All’attività di Polizia Stradale, nonché di ausiliari addetti alla Pubblica Sicurezza, i caschi bianchi sono chiamati inoltre a svolgere attività di Polizia Giudiziaria ed Amministrativa per lo Stato. Il lavoro esterno si traduce poi in lavoro interno. Aggiungere turnazioni anche in notturna, alla luce delle risorse umane ed economiche attualmente disponibili sarebbe impresa alquanto ardua. Se non, addirittura, impossibile.