da sinistra: il consigliere comunale Ercole Mirabella, il sindaco Josi Della Ragione e il presidente della Sibilla Isaia Della Ragione

BACOLI – La scelta del sindaco di Bacoli Josi Gerardo della Ragione di assumere la presidenza onoraria e il ruolo di coordinatore della Bacoli Sibilla 1925, società iscritta in federazione con il nome di Pro Calcio Bacoli, sta alimentando diversi dubbi, se non di carattere legale (visto che nessuna legge nè amministrativa nè federale nega ad un sindaco di assumere la presidenza di una società sportiva), ma di carattere etico in termini di potenziali conflitti di interessi. Tanto più che come si legge dal comunicato apparso sulla pagina Facebook della società, l’investitura è arrivata sotto richiesta del primo cittadino.

IL COMUNICATO – “La Bacoli Sibilla 1925 rende noto che nella giornata di ieri si è svolta una riunione societaria alla quale era presente anche il Sindaco di Bacoli, Josi Gerardo della Ragione. Il primo cittadino bacolese ha proposto di diventare il presidente onorario e coordinatore della società Con immensa soddisfazione la società bacolese ha accettato all’unanimità tale decisione nominando il Sindaco, Josi Gerardo Della Ragione presidente onorario della Bacoli Sibilla1925.”

sibilla bacoliLA SIBILLA SOCCER – A pensarla così è anche Bruno D’Elia, dirigente e braccio destro del presidente Gennaro Racconto della Sibilla Soccer, la vecchia Sibilla nei fatti cacciata dalla città di Bacoli quest’estate: «Prendiamo atto della scelta del sindaco di Bacoli di entrare ufficialmente nella società Pro Calcio Bacoli, una scelte che seppur nella totale legalità ci lascia a dir poco perplessi in termini di opportunità. La nostra squadra, la vera Sibilla, quella che ha militato per anni in Serie D e che ha portato in alto il nome della città di Bacoli è stata cacciata in estate senza alcun reale motivo per fare spazio a questa realtà di Prima Categoria. Dal canto nostro – spiega il dirigente della Sibilla Soccer – abbiamo chiesto di poter disputare le nostre gare interne al Chiovato pagando regolarmente quanto dovuto, ma ad una nostra richiesta non è ci è mai pervenuta la dovuta risposta. Si adduce ad una nostra morosità, ma ciò è falso dato che questa eventuale pendenza attualmente è sotto giudizio e se il giudice ci darà torto siamo pronti a pagare il dovuto, anche se purtroppo ormai ci è chiaro che, a malincuore, non possiamo più considerarci una squadra di Bacoli. Tengo a precisare però che la Pro Calcio Bacoli sta illegalmente usurpando il nome Sibilla cosa che abbiamo anche fatto presente il federazione».

I DUBBI – Polemiche con la Sibilla Soccer a parte, la scelta del Sindaco Della Ragione lascia perplessi. Una scelta sicuramente “borderline” che di sicuro continuerà ad alimentare polemiche.  Sebbene per molti, simpatizzanti e non, la Bacoli Sibilla 1925 fosse la “squadra del sindaco”, la scelta del primo cittadino di entrare in società cambia molto le cose: dal lato amministrativo ora il sindaco si troverà a firmare atti che avranno per protagonista la società da lui rappresentata e dal lato sportivo, invece, la cosa potrebbe essere un paletto all’ingresso a chiunque volesse investire in un’altra società in città.