Figliolia festeggia la vittoria

POZZUOLI –  “Adesso Sindaco” è stato lo slogan che lo ha accompagnato per l’intera campagna elettorale e adesso finalmente lo è. Vincenzo Figliolia è il nuovo sindaco di Pozzuoli. Una vittoria schiacciante quella del candidato del centrosinistra sostenuto dalla coalizione formata da PD, UDC, SEL, IDV, Verdi e dalla lista civica “Bene Comune” che ha conseguito il 67,8% delle preferenze. «Sarò il sindaco di tutti – sono state  le prime parole pronunciate da un commosso Figliolia –  La città viene prima di tutto e tutti. Inizieremo subito a lavorare per la città e nelle prossime settimane prepareremo la squadra di governo». La netta vittoria di Figliolia è stata festeggiata da centinaia di supporter che si erano radunati al comitato elettorale del candidato e poi proseguita in Piazza della Repubblica.

IL RITORNO –  Figliolia dopo 7 anni ritorna quindi ad essere il Sindaco della città di Pozzuoli. Una vittoria schiacciante che lo ha visto trionfare con ben 50 punti percentuale (che in numeri equivalgono ad oltre 20mila elettori)  il principale antagonista Filippo Monaco, candidato a sindaco della coalizione di centrodestra con Pdl, Fli ed Udeur è al 17,38%. Un distacco notevole anche per gli altri tre candidati:  Espedito Fenocchio, della lista civica “Uniti per la Libertà” che ha raggiunto il 4,77%;  Emanuele Zanni (Rifondazione Comunista) con il 4,46% e Daniele Thomas Alessi (Movimento 5 Stelle) che ha superato il 5,56%. Un grosso risultato che metterà nelle condizioni il neo sindaco di governare con una larga maggioranza: infatti Figliolia si porta in consiglio comunale ben 19 consiglieri contro i 5 dell’opposizione.

L’AMAREZZA DI MONACO – Una vittoria che arriva dopo l’amara sconfitta di appena un anno fa contro il rivale di allora Agostino Magliulo. Da quel giorno 12 mesi conditi da 6 di dura opposizione, fino allo scioglimento del consiglio comunale arrivato con le dimissioni di 9 consiglieri di minoranza appoggiati da 4 “franchi tiratori” della maggioranza Magliulo. Poi sono seguiti altri 6 mesi di commissariamento che sommati ai precedenti fanno quasi 5 anni negli ultimi 7 per una città che fatica d essere governata dalla politica. «E’ stata una sconfitta per il centrodestra su base nazionale che si è ripercossa anche a Pozzuoli» – ha commentato laconico il principale rivale Filippo Monaco.

GENNARO DEL GIUDICE

LE FOTO (di Sabrina Cozzo)
[cronacaflegrea_slideshow]