BACOLI – Vandali al parco Cerillo di Bacoli, un’oasi verde di circa 13mila metri quadrati che si distende su un versante della collina Sant’Anna. Ignoti hanno fatto irruzione nel polmone verde della città ed hanno distrutto 14 paletti dell’illuminazione. Danneggiato anche un posacenere. «Siamo più propensi ed impegnati a rimboccarci le maniche e a lavorare.Oggi però, ad un mese dalla primavera, vogliamo dirlo: non saranno i vostri atti vandalici a fermarci, non vi servirà distruggere le luci per oscurarci». A lanciare un guanto di sfida sono i rappresentanti della cooperativa sociale “Tre Foglie”, che attualmente gestisce questo bene comune in virtù della convenzione sottoscritta con il Comune di Bacoli.

LA RABBIA DEI GESTORI – «Non è la prima volta che accadono simili episodi. Cerchiamo spesso di tollerare queste scorribande e ad attribuirle a ragazzini. Quello che è successo ora, però, è davvero troppo», rivela uno dei rappresentanti della cooperativa ai nostri microfoni. Il raid vandalico potrebbe essere stato messo a segno prima dell’alba. La scoperta è stata fatta dai gestori dell’area che si sono ritrovati di fronte ad uno scenario raccapricciante: 14 paletti elettrici divelti e distrutti. Un’incursione che non ferma, però, le attività artistiche e le occasioni di aggregazione che animano il Parco Cerillo. Spettacoli musicali, fiere e mercatini di prodotti biologici e artigianali, attività didattiche, laboratori per bambini, seminari e conferenze, incontri di lettura continueranno a ravvivare l’area verde di Bacoli che custodisce la meravigliosa Villa edificata nel diciannovesimo secolo, attuale sede della biblioteca comunale.