Il famigerato gioco delle tre campane

NAPOLI – Il gioco d’azzardo ma anche la truffa più antica del mondo e, malgrado tutto, rimane intramontabile. Il gioco delle “3 campanelle” o delle “3 carte”, entrambi accomunati dalla medesimo tecnica truffaldina, riesce sempre ad attirare qualche giocatore che non riesce a resistere alla voglia di provare a vincere nello sfidare l’organizzatore del gioco. In realtà non si vince mai, in quanto le modalità della truffa prevedono l’accordo di 2 o 3 persone, ossia l’organizzatore ed i finti scommettitori che, con le loro “puntate”, cercano di attirare i passanti.

 

DENUNCIATI – Gli agenti della sezione “volanti” dell’U.P.G., stamani, nel corso dei normali servizi di prevenzione e controllo del territorio, nel transitare in Corso Umberto, hanno notato un folto gruppo di persone intorno a due banchetti ed avendo subito intuito che fosse in corso il gioco delle 3 campanelle, sono intervenuti prontamente. Alla vista della Polizia, molte persone si sono dileguate nelle stradine adiacenti ma gli agenti sono riusciti a bloccare i due organizzatori: G.T. di 43 anni e A.D.C. di 65anni. Sequestrata la somma di €.50,00, i 2 banchetti in legno utilizzati per il gioco e 3 campanelle di color oro. I due, sono stati denunciati, in stato di libertà per i reati, in concorso tra loro, di esercizio abusivo di attività di giuoco o scommesse.