Un treno della linea Circumflegrea

QUARTO –  Altra giornata da incubo per i viaggiatori flegrei: da stamane sono soltanto 8 i treni che percorrono la doppia tratta della linea SEPSA ovvero Circumflegrea e Cumana; un numero di macchine talmente esigue che il rischio di ritornare ad una corsa ogni 40 minuti (anzichè i 20 attuali) è molto alto. Sono andate perse nel vuoto dunque le promesse e i proclami fatti nei mesi scorsi dai vertici dell’EAV sul ripristino delle corse e la risoluzione di tutti i disservizi che dallo scorso gennaio hanno messo in ginocchio il trasporto nell’area flegrea. Si è dunque trattato soltanto di una tregua, e dopo gli eventi accaduti negli ultimi giorni (corse soppresse, vagoni stracolmi all’inverosimile e collegamenti a singhiozzo) è tornato a farsi sentire il Sindaco di Quarto, Massimo Carandente Giarrusso, che sta seguendo e monitorando la questione da vicino.

LA DENUNCIA  «L’assessore Vetrella e il presidente dell’EAV, Polese, avevano assunto degli impegni nelle riunioni tenute all’audizione alla Commissione Trasporti nei mesi scorsi; promesse fatte che, alla luce degli ultimi accadimenti, sono state evidentemente disattese e per questo chiederò immediatamente una nuova audizione alla commissione trasporti della Regione Campania presieduta dall’onorevole De Siano. Sono otto mesi che ci chiedono di attendere, ci illustrano progetti e piani di risanamento che poi, puntualmente, non vengono rispettati: ribadisco un concetto fondamentale che riguarda non solo Quarto ma,credo, anche tutti gli altri comuni flegrei: la SEPSA ha abusato del nostro territorio, squarciandolo in nome del progresso; uno sviluppo che però si è interrotto ormai da tempo. Siamo pronti ad azioni drastiche nei confronti della SEPSA e dell’EAV anche perchè i disservizi sembrano tutt’altro che in diminuzione»- ha tuonato Giarrusso.