La nuova mensa scolastica ha eliminato le bottiglie d'acqua dalla fornitura dei pasti

gent.ma Redazione,

volevo fare alcune considerazioni circa la risposta del Sindaco riguardo la soppressione della fornitura della bottiglia d’acqua nelle scuole d’asilo. Grazie dell’ospitalità

Gent.mo sig. Sindaco, a quanto pare, almeno in questa occasione, è mancata la giusta sinergia con la dirigenza ; un evidente difetto di comunicazione. Trattandosi di un bene prezioso e indispensabile, e, considerato il lasso di tempo per studiare come conciliare il budget ed i tagli, con il risparmio (e quindi la travagliata e sofferta decisione della soppressione della bottiglietta d’acqua) , agli zelanti dirigenti non sarà rimasto un pò di tempo per “sentire ” in merito l’Amm.ne ? ; la quale ,a sua volta, se riteneva meritoria la ” strategia economica” dirigenziale avrebbe avuto il tempo utile necessario per una diretta e corretta informazione da comunicare, in tempi precedenti l’inizio della refezione, agli interessati e cioè alle FAMIGLIE; e mi sembra un dettaglio non proprio trascurabile ! Lasci stare le percentuali di spreco; approfondendole, si rischierebbe il completo digiuno dei bimbi !!

Si darebbe, poi, ragione a chi asserisce che la ” strategia ” è la via del paradosso ! Infine, sig.Sindaco, Lei è una persona passionale, che vive intensamente il Suo ruolo con forti emozioni da persona vera, autentica ; lasci stare le beghe di carattere personale con qualche cons. dell'”attuale” minoranza e Suo vecchio amico di partito; è tempo ed energie che sottrae al suo impegno quotidiano nell’interesse del bene comune. Quest’ultimo perchè non ha pubblicato anche la pagina bianca contenente il “nulla” degli altrettanti mesi ( a dir poco grigi ,scialbi) della passata amm.ne(?!?!),di cui era fervente , attivo sostenitore ?. Comunque auguro a tutti un proficuo impegno nei loro compiti istituzionali ,anche con confronti duri,aspri ma civili ,per risolvere i non piu’ indifferibili problemi che hanno portato la nostra città ad un livello di disordine , di degrado e di sguaiataggine ,di cui nessuno , dico NESSUNO può sentirsi totalmente estraneo e senza colpa.

Paolo