Un bus di linea sul quale è avvenuto lo scippo

NAPOLI – Questa mattina, gli agenti della Squadra Mobile di Napoli, hanno arrestato Alessandro Carraturo, 36enne del Quartiere San Lorenzo, in quanto accusato dei reati di rapina impropria, nonché resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. L’arresto è avvenuto nell’ambito di un apposito servizio istituito per prevenire e reprimere i reati predatori a danno dei cittadini che utilizzano i mezzi di trasporto pubblico. In particolare stamattina, i poliziotti stavano svolgendo il servizio sulla linea urbana R2 dell’ATM che collega Piazza Garibaldi con Piazza Trieste e Trento.

RESSA E COLLUTTAZIONE – Verso le 10, gli agenti hanno notato alcune persone che con fare sospetto si erano spostate all’interno dell’affollatissimo bus per posizionarsi vicino un gruppetto di disabili. Alla fermata di Piazza Municipio, uno dei poliziotti ha notato poi uno dei sospetti dirigersi verso l’uscita con un portafoglio di similpelle nera tra le mani. Al tentativo di inseguirlo si è scatenata una piccola ressa, verosimilmente attuata dai fiancheggiatori del malvivente che dopo aver preso in consegna il portafoglio, si sono dileguati. Carraturo ha invece ingaggiato una violenta colluttazione con i poliziotti comprendo i complici.

ARRESTATO LO SCIPPATORE – Mentre uno dei poliziotti riusciva ad immobilizzare il 36enne, l’altro è stato avvicinato da uno dei disabili che lo ha informato sul fatto che pochi attimi Carraturo, approfittando del suo stato e della ressa creatasi al momento dell’apertura delle porte del bus alla fermata di Piazza Municipio, gli aveva sottratto il portafoglio. Carraturro è stato quindi arrestato e subito condotto alla Casa Circondariale di Napoli – Poggioreale mentre, il poliziotto che lo aveva bloccato all’uscita del bus, è stato accompagnato al Pronto Soccorso dell’Ospedale Pellegrini dove è stato medicato e giudicato guaribile in 10 giorni.