Rifiuti

POZZUOLI/BACOLI – Spazzatura “esportata” da Bacoli a Pozzuoli. A scoprirla è stato proprio il Sindaco del capoluogo flegreo Agostino Magliulo durante un sopralluogo nella zona di Lucrino. Il primo cittadino puteolano, insospettitosi dalla presenza di un grande cumulo di sacchetti in strada, ha fatto scattare i controlli. Non è la prima volta che si verifica un fenomeno del genere: Pozzuoli, Quarto, Monte di Procida e Bacoli spesso si sono “scambiati” a vicenda i rifiuti.

Dopo la “scoperta” Magliulo ha  allertato il comandante dei vigili urbani, il direttore del Servizio Igiene Urbana, e la polizia ecologica sul posto sono giunti  gli uomini del corpo municipale che hanno aperto e ispezionato i diversi sacchetti contenenti spazzatura, ritrovando all’interno materiale che ha permesso di risalire ai reali “produttori”.

Il Sindaco Magliulo con il Comandante Pubblico (Foto Comune di Pozzuoli)

E colpo di scena, la spazzatura non proveniva da case e negozi puteolani, ma bensì da Bacoli. Nella fattispecie di “proprietà” di alcuni commercianti del vicino comune flegreo. Questi piuttosto fare la raccolta differenziata nel proprio paese, preferivano mettersi in auto per recarsi a Pozzuoli a gettare i rifiuti.  L’area utilizzata dai cittadini bacolesi per sversare l’immondizia era lo spazio antistante la piscina comunale di Lucrino, spazio dove fino a qualche mese fa erano stati posti dei cassonetti per la raccolta.

Dai rifiuti si è quindi risaliti ai legittimi proprietari, che sarebbero 5 commercianti di Bacoli,  ai quali è stata poi notificata una sanzione.

Ermanno Schiano - Sindaco di Bacoli

GUERRA AGLI INCIVILI – “Adotteremo la linea dura, che si inasprirà con l’arrivo della videosorveglianza.  Con la scomparsa dei bidoni, e l’ausilio dei mezzi di controllo, sarà più facile, individuare tutti i violatori dei regolamenti in vigore ed intervenire con solerzia per mantenere il nostro territorio pulito, nel rispetto di tutti” – ha annunciato il sindaco di Pozzuoli Agostino Magliulo

LE REAZIONI DA BACOLI – Pronta è arrivata anche la condanna da parte del sindaco di Bacoli Ermanno Schiano che ha dato “pieno appoggio” all’azione intrapresa da Magliulo: “Anche io avrei fatto la stessa cosa. Purtroppo anche a noi è capitato di trovare sversamenti anomali, anche da Monte di Procida. Questi sono reati che vanno perseguiti con forza e con sanzioni salate. Così facendo io a Bacoli nel mese di agosto sono arrivato a raggiungere il 76% di differenziata che rappresenta un ottimo risultato”.

GENNARO DEL GIUDICE
[email protected]