GIUGLIANO – Pugno di ferro contro gli sversamenti illeciti di rifiuti e i roghi tossici. Poche ore fa l’operazione di controllo straordinario del territorio dei comuni e delle aree limitrofe di Acerra, Afragola, Giugliano, Castel Volturno, Mondragone, Maddaloni, Marcianise, Mugnano, Napoli e Nola. In azione 33 equipaggi per un totale di 85 unità appartenenti al Raggruppamento “Campania” dell’Esercito Italiano e le polizie locali dei Comuni interessati.  Sotto la lente 26 persone, di cui 2 denunciate all’Autorità Giudiziaria e 7 sanzionate. Sono stati anche controllati 25 veicoli, 4 dei quali sequestrati. Rinvenuti, inoltre, 8 nuovi siti di sversamento di rifiuti anche pericolosi (carcasse di auto, pneumatici, eternit e scarti industriali). Nel complesso sono state elevate sanzioni amministrative per circa 8000 euro. Tre veicoli sono stati sequestrati mentre trasportavano abusivamente rifiuti, costituiti prevalentemente da materiale ferroso; i conducenti sono stati multati.

NEI GUAI IL TITOLARE DI UN’OFFICINA – Trovato, inoltre, un autoveicolo carico di legno, ferro e plastica; il proprietario è stato successivamente individuato e sanzionato per abbandono incontrollato di rifiuti. È stato denunciato il titolare di un’officina in quanto, privo delle autorizzazioni ambientali e dei registri di carico e scarico, provocava la fuoriuscita di sostanze pericolose per l’ambiente e la salute dei cittadini. I risultati dell’operazione sono il frutto della modalità operativa di contrasto, promossa dall’incaricato per il contrasto al fenomeno dei roghi nella regione Campania, Gerlando Iorio, alle  quali  concorrono l’Esercito, le forze dell’ordine e le polizie locali, anche per il controllo delle aree della Terra dei Fuochi dove hanno sede siti di stoccaggio e trattamento dei rifiuti.