Tra i coinvolti c'è anche una 30enne di Quarto

QUARTO – Sei provvedimenti cautelari spiccati dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata nei confronti di altrettante persone ritenute, a vario titolo, responsabili di associazione a delinquere finalizzata alla truffa, falsità in scrittura privata nella stipulazione di numerosi contratti, certificati e contrassegni di assicurazione falsi.

LE INDAGINI-Le indagini che hanno portato alla esecuzione dei provvedimenti sono partite dagli accertamenti effettuati su numerosi contrassegni assicurativi sequestrati dalle forze dell’ordine ad ignari automobilisti e risultati poi falsi. Una cifra che si aggira attorno ai 100mila euro e 40 i contratti stipulati e sequestrati. I documenti di alcune polizze risultavano in alcuni casi totalmente contraffatti oppure veniva indicata una residenza diversa per abbattere i costi, il tutto all’insaputa dei contraenti.
I DESTINATARI DEI PROVVEDIMENTI CAUTELARI-Tra i sei destinatari dei provvedimenti ci sono: Vincenzo Del Gaudio, anni 30 di Castellammare (custodia cautelare in carcere) Catello D’Ammora 28 anni di Castellammare di Stabia, Raffaele Marano di anni 25, di Boscoreale Nunzio Costabile, di anni 30 di Villaricca, tutti sottoposti alla misura degli arresti domiciliari, e Roberta Cimmino, di anni 30, di Quarto, sottoposta all’obbligo di firma. Gli indagati si occupavo di stipulare, stampare e distribuire nell’area stabiese contratti assicurativi falsi.
REDAZIONE