Francesco Dinacci

QUARTO – Dopo la delibera con la quale è stata approvata la costituzione del Comune di Quarto come parte civile nei processi contro la camorra, l’Amministrazione ha deciso di nominare come legale l’avvocato Luigi Rossi, nonchè presidente del comitato anti-discarica. Una decisione ritenuta alquanto “inopportuna” da parte dei partiti di opposizione che hanno condannato la decisione attraverso un comunicato stampa congiunto diramato nella giornata di oggi: «Il PD di Quarto da un anno ha proposto pubblicamente la costituzione di parte civile del Comune nei processi contro la camorra, come ribadito anche nell’ultima conferenza stampa unitaria dell’opposizione, come scelta di altissimo valore simbolico. Prendiamo atto che finalmente, anche se in enorme ritardo, l’Amministrazione Comunale approva una delibera, purtroppo votata con la presenza solo di metà della giunta. – scrivono in una nota congiunta PD-SEL-IDV-LISTA TISEO-PDCI di Quarto

STRUMENTALIZZAZIONE –  Tuttavia, – si legge nel documento  –  la scelta con cui l’Amministrazione di Quarto affida l’incarico legale all’Avv.Luigi Rossi, persona stimata del nostro territorio e Presidente del Comitato Antidiscarica, rischia di apparire inopportuna, in una fase storica delle nostre comunità in cui è richiesto a tutti, e non solo a chi fa politica, di dare segnali di responsabilità. Pertanto invitiamo l’Avv.Luigi Rossi a riflettere su queste perplessità e sul tentativo del Sindaco che appare volto a strumentalizzare l’iniziativa contro la discarica del Castagnaro».