Un treno della metropolitana (foto altocasertano.wordpress.com)

QUARTO –  Lo scorso 15 maggio, il Sindaco Massimo Carandente Giarrusso, e l’Assessore all’Ambiente, Mimmo Alfieri, sono stati ascoltati in Commissione Trasporti presieduta dall’onorevole Sodano. Durante quell’incontro, l’assessore ai trasporti della Regione Campania, Sergio Vetrella, chiese ai rappresentanti politici del Comune di Quarto di formulare una richiesta ufficiale per la realizzazione di una fermata sulla linea metropolitana di Trenitalia in zona Via Brindisi. E lunedì pomeriggio, il Sindaco Giarrusso ha dato seguito a quella richiesta protocollando una lettera di indirizzo.

L’INTERVENTO –  «La suddetta necessità scaturisce dalla volontà di quest’amministrazione di realizzare uno snodo di interscambio tra la linea della circumflegrea con quella metropolitana di Trenitalia, in modo da garantire un servizio più capillare sul territorio che riesca a creare un vero e proprio asse di collegamento tra Napoli-Quarto e Roma. L’opera richiesta, realizzazione di due banchine più pensiline con scala per l’accesso alla stazione, risulterebbe essere fattibile mediante costi contenuti – si legge nella missiva redatta dal primo cittadino quartese. – L’intervento richiesto– prosegue Giarrusso-  si andrebbe ad inquadrare in un’ottica previsionale di sviluppo dell’area interessata mediante futuri finanziamenti o in previsione di un’ ipotetica privatizzazione del servizio, con l’inserimento dello stesso come obiettivo definito per la società aggiudicatrice; la linea in discussione collega Napoli Campi Flegrei a Villa Literno e la fermata in questione sarebbe posta tra quelle di Quarto di Marano e Giugliano-Qualiano».

INCENTIVARE UTILIZZO MEZZI PUBBLICI – «Tale esigenza nasce per incentivare i cittadini ad un minor  utilizzo di mezzi privati e per servire una zona periferica da troppo tempo isolata – ha precisato l’Assessore all’Ambiente, Domenico Alfieri, che seguirà attentamente l’evolversi della questione nei prossimi giorni e che ieri,  dando seguito a quanto fatto dal Sindaco nei mesi scorsi, ha richiesto ufficialmente l’intervento della Sepsa per la pulizia delle zone attigue ai binari, delle scarpate ferroviarie e delle stazioni presenti sul territorio quartese. – Molte zone risultano impraticabili ed abbandonate e, con il sopraggiungere del periodo estivo, c’è una crescita esponenziale di vegetazione spontanea che crea pericolo e degrado ambientale: è necessario che la Sepsa intervenga in quanto la manutenzione è un servizio loro spettante»- ha chiosato Alfieri.

CS