Il campo da gioco del "Quarto calcio"

QUARTO – Ennesimo atto vandalico ai danno della “Nuova Quarto per la legalità”. Nella notte tra sabato e domenica ignoti si sono introdotti nei locali dello stadio Giarrusso ed hanno portato via coppe, targhe e quant’altro testimoniasse l’operato sociale della società di calcio, sottratta alla camorra ed eletta a simbolo della legalità. L’atto pare proprio essere volto a ciò che la società rappresentata da Luigi Cuomo simboleggia. Se si fosse trattato di un semplice furto infatti ad essere portato via sarebbe stato ben altro. Nella sede della società di calcio infatti ci sono oggetti di valore quali computer stampanti e quant’altro serve ad allestire un ufficio funzionale. Il raid è stato immediatamente denunciato alla locale tenenza dei carabinieri e  gli uomini del Marisciallo Antonio Flore che ora indagano sull’accaduto.

UN ATTO NON ISOLATO – Non è la prima volta da quando è iniziato il nuovo corso del calcio Quarto a che si presentano episodi del genere. In passato infatti sono state incendiate reti, sfondate le panchine ed altri atti vandalici sono stati perpetrati ai danni del Giarrusso, ma il furto di questa notte pare avere un peso specifico diverso. Il volersi accanire contro gli attestati dell’operato della Nuova Quarto Calcio sembrerebbe un chiaro messaggio contro ciò che la squadra Quarto oggi rappresenta.

ANGELO GRECO