Sosta selvaggia in Corso Umberto I nonostante la ZTL

POZZUOLI – Continua a far parlare di sé la zona a traffico limitato istituita lungo Corso Umberto I° nella zona di via Napoli, con apposita ordinanza sindacale il 22 marzo scorso. Scopo dell’ordinanza quello di “adottare provvedimenti urgenti tesi al miglioramento della circolazione veicolare nella zona del Lungomare e capaci, al tempo stesso, di assicurare adeguate condizioni di scorrimento e di sicurezza, per il traffico residenziale in entrata ed uscita dall’abitato che si sviluppa a ridosso della sede stradale di Corso Umberto I”. Ma a ben vedere la situazione che si manifesta quasi giornalmente nella suddetta zona, non garantisce nulla di ciò.

PROVVEDIMENTO “SNOBBATO” – Proprio sull’argomento in questione ascoltiamo un cittadino residente in zona, ormai quasi esasperato per l’evoluzione in negativo della situazione. “Ha dell’incredibile quello che accade qui in quasi in tutte le ore del giorno – ci dice Antonio. È come se la ZTL non esistesse affatto. Soprattutto nei giorni festivi è possibile ritrovare macchine parcheggiate in doppia fila e senza alcun permesso. Il che oltre ad ostacolare la possibilità di parcheggiare a noi residenti muniti di tagliando, pone in essere anche una situazione di pericolo. Non oso immaginare se qualcuno nelle ore della movida si sentisse male..accadrebbe il caos” conclude laconicamente Antonio. Condizione questa in forte e netto contrasto con il “divieto permanente (dalle ore 0,00 alle ore 24,00) di fermata e sosta, con prescrizione della rimozione forzata, lungo i margini dx e sx (in questo caso escluse le anse) della carreggiata stradale del tratto di Corso Umberto I”, previsto dall’ordinanza. A questo punto una domanda sorge del tutto spontanea: che utilità può avere mai un provvedimento del genere “snobbato” dalla gran parte delle persone?

 

GENNARO VOLPE