Un distributore di carburante chiuso in via Campana

POZZUOLI –  Proseguono i disagi in città e in tutta l’area flegrea a seguito della protesta da parte degli autotrasportatori. Due giorni di blocco dei rifornimenti di carburante hanno quasi messo in ginocchio automobilisti e commercianti. I primi tentano di fare “economia” riducendo al minimo l’utilizzo dei veicoli; i secondi si ritrovano con i negozi vuoti a causa del mancato arrivo di generi alimentari, in primis dei prodotti freschi.

BLOCCO –  Con i benzinai chiusi si iniziano a vedere le prime conseguenze: infatti nelle giornate di oggi e di ieri diverse sono state le vetture rimaste bloccate in strada senza carburante e costrette a chiedere l’intervento dei carri attrezzi. Stamattina in alcune salumerie si è riuscito ad avere un rifornimento di latte, ma la situazione rimane comunque critica. Alcuni distributori grazie a delle scorte extra di carburante hanno riaperto per qualche ora prima di essere presi d’assalto.

Scarseggia il latte nei supermercati

LA PSICOSI  sempre più diffusa, sta spingendo i cittadini a rimanere chiusi in casa. Intanto una curiosità arriva dal blocco lungo la Variante Anas di Licola rimosso nella giornata di ieri: nella notte tra lunedì e martedì diversi furgoni bloccati in coda sono stati trafugati e diversi quantitativi di merce portati via. Ma oltre il danno la beffa: alcuni autotrasportatori che nella notte tra lunedì e martedì avevano lasciato i furgoni sulla Variante Anas forse per andare a dormire altrove, al ritorno non hanno più trovato i propri mezzi perchè fatti rimuovere per liberare la carreggiata.

GENNARO DEL GIUDICE