Il cimitero di Pozzuoli

POZZUOLI – Due arresti questa mattina al cimitero di Pozzuoli da parte della squadra mobile della Polizia di Napoli con l’accusa di tentata estorsione aggravata.

SI TRATTA DI   Gennaro Di Costanzo, 44 anni, già noto alle forze dell’ordine e Gennaro Fiore, 21 anni un incensurato. I poliziotti diretti dal vicequestore Andrea Curtale avevano cominciato ad indagare su presunte richieste estorsive alla ditta che gestisce le luci votive nel cimitero di Pozzuoli . Durante le indagini gli uomini della mobile si sono accorti che i lavoratori della ditta subivano minacce  dirette a farsi consegnare del denaro da parte di alcune persone.

ESTORSIONE –  Le richieste di soldi sarebbero state fatte per gli “amici di Pozzuoli” e dunque per il sostentamento dei detenuti. Quando i due uomini si sono presentati ancora al cimitero dopo aver chiesto un incontro con il titolare della ditta è scattato il blitz della Polizia che ha portato all’arresto di due uomini subito dopo un timido tentativo di fuga finito poi con la conduzione dei due nel carcere di Poggioreale. Uno dei due uomini viene ritenuto un elemento di spicco della camorra puteolana.

(Seguiranno approfondimenti)