POZZUOLI – Dal 23 febbraio scorso nessuno ha mosso ancora un dito per rimettere in sesto la Villa di Annibale, opera di epoca romana dedicata al condottiero cartaginese. Il sito archeologico sorge tra le palazzine popolari di via Umberto Saba, a Monterusciello dove negli anni ’80 ha rivisto la luce durante i lavori per la realizzazione del nuovo quartiere. Anni di abbandono e incuria a cui negli ultimi tempi sono seguiti gli interventi di alcune associazioni di volontariato che hanno ridato lustro all’area. Fino alle folate di vento record che un mese fa misero in ginocchio la città di Pozzuoli causando anche il crollo delle tettoie che coprono i resti della villa e che oggi restano ancora lì, a schiacciare ciò che resta della dimora di Annibale.