POZZUOLI – I valori della legalità, della solidarietà e del rispetto a scuola, nello sport e nella vita di tutti i giorni. Valori da seminare tra i giovani per regalare loro un futuro “positivo” in cui “tra il male e il bene è più forte il bene”. Proprio come recita la canzone di Jovanotti cantata dai piccoli studenti dell’Oriani-Diaz avvolti nei colori del Tricolore italiano. E’ stata una giornata “positiva” quella andata in scena questa mattina al plesso “succursale-Diaz” di Monterusciello che ha ospitato la manifestazione “Legalità e Solidarietà”, final step del progetto di educazione alla legalità intitolato “Gli altri siamo noi…percorsi di legalità”.

LA MANIFESTAZIONE – Canti, balli, esibizioni di taekwondo hanno fatto da cornice alla manifestazione che ha avuto come protagonisti i giovani studenti delle classi elementari e medie, giunti al termine di un ciclo lezioni di “Educazione alla cittadinanza” che hanno avuto come tema centrale la “promozione della legalità e della solidarietà”, confrontandosi sui principali valori della Costituzione, anche grazie al supporto di interventi informativi, realizzati da rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri, della sezione di Polizia Giudiziaria del Tribunale dei minori, della Polizia Postale e con il contributo delle associazioni locali. Tra le autorità presenti alla manifestazione sono intervenuti: l’assessore alla Pubblica Istruzione della Regione Campania, Lucia Fortini; l’assessore all’istruzione del comune di Pozzuoli, Anna Maria Attore; e il comandante della Compagnia Carabinieri, capitano Claudio Di Stefano, che hanno rimarcato l’importanza dei valori della legalità e della solidarietà.